di


Damiani, ricavi a +5%. Giorgio Damiani nuovo Ad

Nei primi nove mesi dell’esercizio 2014/2015 ridotte le perdite: continuano a crescere le vendite nel segmento retail, anche in Italia

Giorgio Damiani

Buoni i risultati dei primi nove mesi dell’esercizio 2014/2015 in casa Damiani, che contestualmente nomina l’attuale vicepresidente Giorgio Grassi Damiani (in foto) amministratore delegato con deleghe alla gestione operativa della società italiana. La scelta del Consiglio di amministrazione è motivata dal sempre maggiore coinvolgimento diretto del presidente Guido Grassi Damiani nell’ambito del processo di internazionalizzazione del Gruppo, la cui strategia è sempre più focalizzata ad una presenza diretta nei mercati esteri.

Sono 115,4 i milioni di euro derivanti da vendite e prestazioni del gruppo al 31 dicembre, in crescita del 5% a cambi costanti. L’andamento dei 9 mesi dell’esercizio ha confermato una crescita delle vendite nel segmento retail, trend che si protrae ormai da diversi anni. I ricavi al dettaglio sono in crescita del 6,3% a cambi costanti. I punti vendita diretti a marchio Damiani (attualmente 58 posizionati nelle principali vie internazionali del lusso) hanno registrato un incremento del 22%. In positivo anche il canale wholesale, a +4,2% a tassi di cambio costanti.

Bene l’Italia, con un incremento del 5,7% rispetto ai primi 9 mesi dell’esercizio 2013/2014. All’estero nei primi 9 mesi dell’esercizio 2014/2015 i ricavi sono stati complessivamente in incremento del 3,5% a tassi costanti e del 2,3% a tassi correnti rispetto al pari periodo dell’esercizio precedente, penalizzati principalmente dalla svalutazione dello yen.

Con la riduzione delle perdite e la nomina di Giorgio Damiani come amministratore delegato si chiude un anno intenso per la maison, che nel 2014 – anno delle celebrazioni per il 90esimo anniversario del marchio – tra le tante attività ha lanciato la nuova collezione Metropolitan Dream by H. Nakata con l’obiettivo di reperire risorse per sostenere il progetto benefico “Home for all” e, a dicembre, la sua prima e-boutique.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *