di


Dal commercio alla scienza, la gemmologia internazionale si confronta a Bari

Sono attesi grandi nomi al Ciges 2011, il II Convegno di gemmologia scientifica che si terrà a Bari lunedì e martedì, 20 e 21 giugno. Dal mondo del commercio a quello scientifico, il Convegno ospiterà gli interventi di esperti provenienti, oltre che dall’Italia, dagli Stati Uniti, dall’Inghilterra, dalla Francia.

Quest’anno, per il secondo appuntamento del Ciges (il primo si è svolto a Roma nel giugno 2010), il focus sarà sul diamante, visto e studiato sotto tre aspetti: come minerale, materiale e gemma. Il Ciges 2011 è un incontro nato per far sedere allo stesso tavolo le due istanze più vicine alla gemmologia: l’ambito accademico e quello professionale, gli studiosi e gli operatori. Il convegno è promosso da Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Accademia Pugliese delle Scienze, Università La Sapienza di Roma, Gruppo Nazionale Mineralogia, centro orafo il Tarì e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia.

Esperti italiani e internazionali si confronteranno su tematiche come le tecnologie d’analisi innovative non distruttive, finalizzate al riconoscimento di sintetici, trattamenti e località di provenienza; approfondiranno le più recenti metodologie di sintesi e di trattamento delle superfici e faranno il punto sulla situazione nazionale ed internazionale da un punto di vista scientifico e politico con le conseguenti ricadute in campo commerciale (Gli Abstract delle relazioni saranno pubblicati sulla Rivista Gemmologica Italiana).

Tra i contributi previsti, figurano quelli di Gaetano Cavalieri, presidente Cibjo, che aprirà il Convegno, Jeff Harris dell’Università di Glasgow, Adriana Maras dell’Università La Sapienza di Roma, ma anche di imprenditori, gemmologi e esperti della formazione gemmologica. In calendario una poster session dedicata al confronto tra i più giovani (martedì 21, presso l’Aula Magna del Palazzo di Scienze della Terra, al termine della terza sessione scientifica) e una tavola rotonda conclusiva alla quale parteciperà l’onorevole Donella Mattesini, incentrata sulle proposte di Legge per la Regolamentazione del Settore Gemmologico (una delle quali porta il nome della deputata).

Doppia location per l’evento: a parte il cocktail di benvenuto ai partecipanti che si terrà a Villa la Rocca, le sessioni tecniche si svolgeranno presso il Palazzo Ateneo lunedì 20 e presso il Dipartimento Geomineralogico – Palazzo di Scienze della Terra (Campus universitario) martedì 21.

“Abbiamo ricevuto conferma della presenza di esponenti di altissimo rilievo – anticipa il Prof. Eugenio Scandale, presidente del comitato organizzatore – provenienti dal mondo scientifico, professionale e anche politico-normativo. Ci sarà anche la partecipazione di tutte le più grandi istituzioni che in Italia si occupano di certificazione e formazione nel settore gemmologico. L’apertura dei lavori ad opera di Gaetano Cavalieri, inoltre, conferma l’importanza che l’evento ricopre a livello internazionale”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *