di


Dal 2015 un nuovo evento dell’oro firmato Vicenza-Dubai

Dal 23 al 26 aprile si svolgerà “Vicenzaoro Dubai” ed è organizzato dalla neocostituita società DV Global link. Nel 2013 gli Emirati prima destinazione del gioiello italiano

Ufficializzata durante Vicenzaoro Spring, conclusasi ieri, la Joint Venture di Fiera di Vicenza e il Dubai World Trade Centre (DWTC), operativa già dal 2015 con un nuovo evento internazionale dedicato alla gioielleria e oreficeria che si svolgerà nell’Emirato. La società che lo organizza si chiama  “DV Global Link” ed è stata costituita da Fiera di Vicenza e DWTC, con sede a Dubai.

La Joint venture è stata presentata dal Presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto, dal Direttore Generale Corrado Facco, dal Direttore Generale del Dipartimento del Turismo e Marketing del Commercio di Dubai e CEO di The Dubai World Trade Centre sua eccellenza Helal Saeed Al Marri, e dal Senior Vice Presidente ed Exhibitions & Events Management di The Dubai World Trade Centre, Trixie LohMirmand.

La manifestazione nell’Emirato si chiamerà “VICENZAORO Dubai”,  si svolgerà dal 23 al 26 aprile 2015 e sarà gestita da Fiera di Vicenza: l’obiettivo è quello di consolidare Dubai come capitale del gioiello nel Golfo Arabico e farla diventare punto di riferimento per tutto il bacino dei paesi di lingua araba, il Medio Oriente, l’Africa, Russia e Centro-Sud Est Asiatico. L’obiettivo delle due società è quello di organizzare congiuntamente un super show dedicato alla gioielleria e oreficeria, colmando un vuoto in questo settore in una regione raggiungibile da 2/3 degli abitanti del mondo in 6 ore di volo.

Dopo le importanti alleanze e le partnership che hanno consegnato alla Fiera le chiavi dei mercati strategici del lusso globale – dagli Stati Uniti al Brasile, dalla Cina all’India – Fiera di Vicenza si candida così a diventare il principale punto di riferimento nella ricca Macro Regione che si estende tra i Paesi del Golfo, l’India, l’Africa e gli Stati di lingua russa.

“Oggi è una giornata storica per Fiera di Vicenza, ma anche, crediamo, per tutto il sistema fieristico veneto e italiano – ha commentato Matteo Marzotto -. L’accordo raggiunto con il DWTC segna una svolta decisiva nella strategia di internazionalizzazione della nostra Società e allo stesso tempo definisce un’unione sistemica di enorme valore non solo economico, ma anche d’interconnessione culturale con un partner molto prestigioso. Un’alleanza che getta dunque un ponte tra Vicenza, perla della manifattura orafa e della gioielleria, e Dubai, già vetrina di spicco del lusso mondiale, che valorizzerà come mai prima d’ora l’italian lifestyle in uno dei Paesi e delle aree a più alto potenziale. La presenza negli Emirati Arabi Uniti rafforzerà significativamente il nostro ruolo di “Event Show Producer”globale, secondo la nuova identità di Fiera di Vicenza, che da contenitore di spazi si è ormai evoluta in azienda promotrice e generatrice di contenuti di elevata qualità, impegnata ad esportare a livello internazionale il proprio format innovativo e know-how d’eccellenza. Nel perseguire questa mission, l’accordo con il DWTC ci permetterà di giocare un ruolo da protagonisti assoluti nello scacchiere della competizione globale, generando valore e promuovendo il well done in Italy e europeo nel mondo”.

Da sinistra, Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza, e Sua Eccellenza Helal Saeed Al Marri, Ad di Dubai World Trade Centre

“L’intermix strategico delle visioni inter-regionali, con i loro punti di forza e le ambizioni, creeranno una joint venture del gioiello a Dubai, incarnando amicizia, creatività, conoscenza e globalizzazione – esattamente i valori su cui Dubai e Dubai World Trade Centre hanno costruito il proprio successo – ha spiegato Sua Eccellenza Helal Saeed Al Marri, Direttore Generale del Dipartimento del Turismo e Marketing del Commercio di Dubai e amministratore delegato di Dubai World Trade Centre -. Mentre Dubai procede rapidamente con i propri sforzi strategici per raggiungere l’obiettivo del Tourism Vision 2020 sotto la guida di Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid al Maktoum, Vice Presidente UAE e Primo Ministro e Governatore di Dubai, noi siamo molto contenti della partnership con Fiera di Vicenza nella costruzione a Dubai di un hub di sourcing del gioiello veramente globale, dove il turismo d’affari sia un fattore vitale per la Vision. Il nuovo evento offrirà alla comunità del gioiello luxury italiana e internazionale il più ambito canale d’ingresso a uno dei più vibranti quartieri del business emergenti in tutto il mondo”.

L’accordo tra Fiera di Vicenza e DWTC si colloca in un contesto macroeconomico che vede da un lato l’Italia quale uno tra i più importanti distretti manifatturieri del lusso al mondo, patria riconosciuta a livello internazionale del “Bello e Ben fatto”, dall’altro gli Emirati Arabi Uniti come Paese ad alto potenziale, che negli anni ha incrementato la propria domanda per il luxury made in Italy. Un dato significativo: nel 2013 gli Emirati Arabi Uniti sono diventati la prima destinazione delle esportazioni italiane di gioielleria (con una quota di mercato del 20,7% e un incremento rispetto al 2012 del 30%), in uno scenario che ha visto complessivamente l’export italiano del comparto crescere a livello globale sia in valore (+ 7,8%) sia in quantità (+ 2,8%) rispetto all’anno precedente (elaborazioni su dati Istat del Polo “Studi sull’impresa” dell’Università di Verona – sede di Vicenza).

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *