di


Da sabato plenaria del Kimberley Process in Australia

A Brisbane l’Assemblea annuale dell’organizzazione, ospitata dal paese che la presiede per il 2017. Il World Diamond Council auspica una riforma del sistema

kimberley process-certificate-min

Si svolgerà dal 9 al 14 dicembre a Brisbane, in Australia, la plenaria del Kimberley Processaccordo di certificazione volto a garantire che i profitti ricavati dal commercio di diamanti non vengano usati per finanziare guerre civili. L’appuntamento, ospitato dalla paese che ne detiene la presidenza annuale, sarà incentrato sugli sviluppi del Certification Scheme.

Una proposta di riforma del sistema arriva da Stephane Fischler, presidente del World Diamond Council (WDC), come riportato da Gem Konnect. “Con il KP abbiamo molto di cui essere orgogliosi – ha detto Fischler –, avendo praticamente eliminato i diamanti da conflitto dalla catena di approvvigionamento legittima. Ma il nostro lavoro non è finito e abbiamo ancora molto da fare insieme per far evolvere l’efficienza del processo decisionale all’interno del KP al fine di mantenere la credibilità e realizzare un cambiamento significativo nel nostro obiettivo condiviso di risoluzione dei conflitti”.

kimberley process_diamonds_car_0-min

In una conferenza stampa, Fischler ha affermato che il Kimberley Process deve ampliare il suo campo di applicazione estendendo la definizione di diamanti da conflitto anche a condizioni di lavoro sicure, pratiche di lavoro equo e sviluppo sostenibile nelle comunità di diamanti. Il WDC ha anche chiesto di istituire “un segretariato permanente con sede in un paese neutrale”, il ripristino dell’attuazione dello schema di certificazione nei paesi soggetti a sanzioni e il sostegno a progetti di sviluppo nei paesi partecipanti.

www.kimberleyprocess.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *