di


Da Roma a Parigi è tempo di mostre

"La Gallinella", primo uovo imperiale (1885)

Primavera, tempo di mostre. È stata inaugurata il 15 aprile e sarà visitabile fino all’11 giugno nel suggestivo Salone di Raffaello, l’esposizione “Fabergé. Le Immagini Sacre”. In mostra un tesoro di oltre 140 opere, tra uova pasquali appartenenti alla famiglia degli zar e preziose icone dell’epoca imperiale, acquistate e raccolte dal filantropo russo Viktor Vekselberg attraverso la sua fondazione storico-culturale The Link of Times. In esposizione i capolavori di oreficeria realizzati da Carl Fabergé, gioielliere alla corte degli zar a cavallo tra il 19esimo e il 20esimo secolo, autore, tra le tante opere di oreficeria, delle famose piccole uova in materiali preziosi e smalti realizzate su commissione degli zar Alessandro III e Nicola II. I preziosi manufatti sono piccole opere d’arte realizzate con i materiali più pregiati, dall’oro alle gemme preziose.

Dogon, Maschera zoomorfa

Da Roma a Parigi, con una esposizione dedicata all’antica civiltà africana dei Dogon (popolazione che occupa una regione a sud del fiume Niger). Al Musée du Quai Branly saranno esposti fino al 24 luglio anche gioielli preziosi tribali dell’antico popolo, per la prima volta in Francia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *