di


Da Gemfields e Fabergé il primo smeraldo personalizzato

La pietra da 4,11 carati è incisa al laser con informazioni sulla tracciabilità e con un messaggio all’interno. Fabergé l’ha montata per il vincitore di un’asta di beneficenza

GemfieldsEmeralds_Fabergé-min

È il primo smeraldo al mondo inciso al laser con informazioni sulla tracciabilità e un messaggio personalizzato: dietro questa grande novità nel mondo delle pietre preziose ci sono i nomi di Gemfields e Fabergé, che hanno offerto la gemma unica al vincitore di un’asta benefica svoltasi nella casa londinese di Salma Hayek Pinault per l’associazione mothers2mothers.  Come parte del premio, i vincitori si recheranno anche nella miniera Kagem di Gemfields in Zambia – dove è stata estratta – per vedere con i propri occhi la fonte della loro gemma, così come i progetti comunitari della miniera in atto nella zona.

La pietra preziosa, da 4,11 carati, è stata estratta dalla miniera di smeraldi Kagem di Gemfields. La gemma è stata poi acquisita e montata da Fabergé. Lo smeraldo è stato inciso a laser con un messaggio segreto scelto dal vincitore; il numero di riferimento del certificato dei laboratori Gübelin; il numero di riferimento Gemfields. Per leggere le informazioni è necessario un ingrandimento di circa 20x. Il processo di iscrizione al laser non ha alcun effetto sul colore, sulla chiarezza o su altre caratteristiche della gemma.

Gemfields è entusiasta di svelare un altro entusiasmante progresso – ha detto Sean Gilbertson, CEO della società -, supportando contemporaneamente sia la tracciabilità sia il valore romantico delle gemme preziose colorate. La convinzione di Gemfields che ci sia ‘una storia in ogni gemma‘ viene portata ad un nuovo livello incidendo al laser un messaggio personalizzato. Desideriamo ringraziare il team dell’AnchorCert Gem Lab per il loro aiuto in questo progetto”.

Nel 2017 Gemfields e Gübelin hanno svelato un meccanismo di “test di paternità” in cui le pietre preziose non tagliate potrebbero essere etichettate alla fonte con nanoparticelle appositamente codificate che sopravvivono ai processi di taglio, levigatura e trattamento, permettendo alla miniera di origine della gemma di essere determinata anni o decenni dopo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *