di


Da Atlanta ’96 a Marylin Monroe: al Plart una collezione privata degli Swatch più rari

In mostra fino a fine dicembre oltre 150 modelli nel trentennale dell’azienda svizzera nel Museo della Plastica di Napoli

Trent’anni di orologi Swatch in una collezione privata in mostra alla Fondazione Plart. E’ stata inaugurata giovedì “S/Watch me”, la mostra di circa 150 modelli del marchio svizzero del collezionista Sammarruco, nel Museo della Plastica di Napoli, in via Martucci. L’esposizione, che resterà aperta fino a fine dicembre, colloca in un allestimento essenziale e sofisticato gli orologi più iconoci della storia del brand.

Su un nastro di corian bianco sono adagiati alcuni Swatch rari, ricreando un ambiente che ricorda una sorta di acquario/sommergibile, in linea con la campagna promozionale lanciata per il trentennale dell’azienda. Grafica, moda, design: l’evoluzione del marchio scorre nella mente dei visitatori passando dai primi modelli degli anni Ottanta ai trend lanciati nei tre decenni successivi.

Negli anni Settanta il settore orologiero, infatti, visse una crisi profonda e una delle risposte fu Swatch, un orologio in plastica dotato di appena 51 componenti (al posto degli abituali 91 o più). Molti hanno voluto negli anni acquistare questi segnatempo e alcuni sono riusciti a crearne vere e proprie collezioni private, come quella in mostra in questi giorni a Napoli. Dagli essenziali Black and white agli Scuba con la corona mobile, fino alle tante declinazioni dei modelli Chrono: un viaggio in trent’anni di segnatempo e moda.

Pezzi rari come il modello Hollywood Dream del 1990 o alcuni della serie Arts degli anni’90, così come il modello dedicato a Marylin Monroe e quello coniato per le Olimpiadi di Atlanta del 1996. Il progetto si inserisce nel percorso di valorizzazione e promozione avviato dal Plart, presieduto da Maria Pia Incutti, molto tempo fa, con lo scopo di valorizzare le collezioni private di maggior prestigio.

Insieme ai celebri orologi in plastica colorata sono esposti i manufatti “ ‘Nciarmati a Nisida”, opere realizzate dai giovani detenuti dell’Istituto Penale Minorile napoletano insieme a Riccardo Dalisi, nell’ambito delle attività di laboratorio organizzate e finanziate all’interno della struttura per i ragazzi, con il sostegno della Fondazione “Il meglio di te – ONLUS”.

Orario di apertura
Dal martedì al venerdì:  10 – 13; 15 – 18
Sabato: 10 – 13
Aperture straordinarie Domenica 8 – 15 – 22 dicembre dalle 10.30 alle 13.30


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *