di


Crusado, Mariano Cusatelli: «bellezza a prova di tempo»

«Il Made in Italy è certezza assoluta, marchio di riconoscibilità globale, garanzia di materiali, assemblaggi, design apprezzato e ricercato in tutto il mondo. Occorrerebbero, però, regole di controllo più severe»

La qualità può concretizzarsi in pura bellezza. Mariano Cusatelli, owner e fondatore della Crusado Gioielli, ci crede fermamente. Per lui non è solo un’arma contro l’imbarbarimento dei mercati o strategia per tenere testa ai competitors. È fede in un prodotto fatto di tenacia, sacrificio, passione. Ed i mercati gli danno ragione, mostrano sempre più di apprezzare quella sua convinzione di puntare tutto sul bello e ben fatto, la sua idea di bellezza contamina una grossa quota della distribuzione nostrana, e si proietta anche molto oltre i confini nazionali. Dal convincimento a fatti concreti, oggi Crusado è attivamente impegnata nella riaffermazione del gioiello di rango, destinato ad una clientela competente e di palato fine, che scarta l’ordinarietà. Un presupposto nato con l’azienda stessa, come chiarisce personalmente Mariano Cusatelli.

Mariano Cusatelli owner e fondatore Crusado Gioielli

Il nostro è stato quasi un percorso naturale. La sinergia tra noi fondatori del brand si è trasformata in flussi di idee, sia tecniche che stilistiche, che ci hanno permesso di ritagliarci un posto ben preciso nel panorama della gioielleria italiana. La filosofia di Crusado è stata subito recepita dai nostri clienti e ben trasmessa ai consumatori finali. Eleganza nella comunicazione, manifattura italiana di altissimo pregio, scelta accurata dei diamanti e delle pietre di colore (solo ed esclusivamente naturali), ottime marginalità ed un prezzo al pubblico interessante. A me piace definirlo “Stile Crusado” e ci guida, per le scelte future, sempre verso la direzione giusta.

Pensare di aver raggiunto l’apice, impoverisce l’animo e lo spirito, rendendo vani gli sforzi e l’impegno profuso negli anni addietro”.  Qual è l’apice?

L’apice, come giustamente dice la frase, dovrebbe essere sempre considerato come un punto irraggiungibile, altrimenti limiterebbe crescita aziendale e rapporto con la clientela, azzerando tanti sacrifici. È uno stimolo a fare sempre meglio, per superarsi e superare limiti. Affrontiamo mercati e competitors con umiltà, esperienza, professionalità e serietà. Con questi presupposti è difficile non migliorarsi.

Che certezze offre oggi, in un mercato completamente globalizzato (e spesso confuso), il Made in Italy?

La globalizzazione del mercato ha portato negli anni passati grandi vantaggi. Tutto è diventato più veloce, più fruibile, più immediato. È chiaro poi che tutto quello che porta vantaggi, porta anche svantaggi conseguenti…, altrimenti non sarebbe cambiamento. Nel nostro caso, e parlo da produttori e distributori di gioielli, ma penso di fare da portavoce all’intera categoria, il Made in Italy è certezza assoluta, marchio di riconoscibilità globale, garanzia di materiali, assemblaggi, design apprezzato e ricercato in tutto il mondo. Occorrerebbero, però, regole di controllo ancora più severe, per non inciampare in Made in Italy mascherati, come tanti se ne sentono, che portano più profitti, ma abbasseranno man mano le attese dei clienti finali.

La migliore pubblicità è la qualità del prodotto. Può bastare?

Beh, sicuramente è già un buon punto di partenza, ma può non bastare. Non viviamo più in epoca di passaparola, della gioielleria di quartiere. Oggi sono cambiati i parametri. Dai centri commerciali aperti sette giorni su sette alle applicazioni di vendita sui cellulari è davvero difficile orientarsi. Sicuramente la nostra visibilità sui social, sulla carta stampata, nelle fiere di settore è garantita da investimenti continui ed impegnativi. Il nostro vantaggio è quello di essere giovani e rampanti, come si diceva una volta, e con idee molto chiare. Seguo personalmente e quotidianamente le strategie di marketing e le uscite pubblicitarie del marchio. Tutto dev’essere sempre in linea con la nostra brand-identity e deve trasmettere un messaggio ben chiaro al consumatore circa la bontà dei gioielli che produciamo e la differenza che ci contraddistingue dai competitors.

Crusado Gioielli- Collezione Portofino

La clientela italiana è tra le più esigenti, per definizione. Oggi, però, può essere distratta da proposte ad effetto e più a buon mercato. Come si riconquista?

Il mercato italiano ci conquista… e ci piace conquistarlo! Una sfida che ci sta portando a crescere a macchia d’olio, selezionando i clienti giusti per noi, per le nostre creazioni. Come dice lei, però, oggi la clientela finale è attratta da tutto ciò che brilla e che non vale! Si è persa un pò la tradizione dell’acquisto dell’oro come valore futuro. Non le nego che per affetto conservo ancora i regali del battesimo e della prima comunione, e non le nego che sono tutti in oro. Oggi la musica è cambiata. Si è passati ai regali tecnologici o peggio ancora a gioielli fashion, bellissimi per carità, ma obsoleti sei mesi dopo e senza alcun valore economico. Oggi le posso garantire che quei regali che conservo affettuosamente in cassaforte hanno più che decuplicato il loro valore. Detto questo, la sfida di Crusado è quella di offrire gioielli che siano accessibili ad ogni capriccio, ma non trascurino l’effetto emozionale nella scelta. Lo facciamo grazie a collezioni come Portofino, Taormina e Maratea, per citarne alcune, che amplificano le quotazioni dei diamanti ed offrono un prezzo al cartellino interessante. Il risultato è vincente ed il passaparola si sta creando tra i gioiellieri!

Facciamo il punto sul mercato estero.

Il mercato estero è un’altra cosa. La sua penetrabilità viaggia su differenti canali, possono essere cultura, religione, abitudini, stile. I contatti che attualmente abbiamo con i clienti esteri sono solidi e soddisfacenti, ma è chiaro che siamo ancora in fase embrionale se pensiamo alla vastità della platea. Quindi punto ad individuare precisi mercati di riferimento, ove il brand fosse facilmente recepibile, garantendo l’immagine che ci contraddistingue grazie alla serietà di un distributore locale. La sfida dunque è appena iniziata, ma non mi spaventa affatto, anzi…Oltre vent’anni di attività ma resta intatta la voglia di superarsi. La rotta scelta tiene l’azienda tenacemente lontana dall’ordinario.Crusado, oggi, produce collezioni classiche con oltre 2500 articoli. Ci tengo a sottolinearlo perché in comunicazione tendiamo sempre ad evidenziare nuove soluzioni, che ci distinguano dalla concorrenza per creatività. Tra queste i bracciali in oro e diamanti Stretch, indossabili facilmente facendoli scorrere sul polso e che hanno avuto successo anche all’estero. Oppure la collezione Positano, dal design ricercato che abbina diamanti a smeraldi, rubini o zaffiri naturali. I nostri designers sono sempre al lavoro, li sproniamo a superarsi nella forma, i nostri orafi a superarsi nella tecnica. Gli mettiamo a disposizione tutte le tecnologie disponibili sul mercato, loro ricambiano mettendoci infinita passione. La stessa passione che ci sta permettendo di affermarci con eleganza ed una raffinatezza mai banale.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA