di


Contributi alle imprese per la sicurezza sul lavoro

Contributi a fondo perduto fino a 130.000 alle imprese per rinnovare i locali, i macchinari e le attrezzature al fine di migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro : li prevede un  bando emanato dal’INAIL e reperibile sul sito dell’Istituto: www.inail.it alla voce “incentivi alle imprese 2013”.

Si tratta di una opportunità molto interessante, specie per i fabbricanti grandi e piccoli, per ristrutturare i locali e sostituire attrezzature e macchinari obsoleti con apparecchiature nuove.

Il bando è articolato per avvisi regionali : quindi, per ogni regione vi è un bando specifico al quale fare riferimento. Comunque, i criteri generali, comprese le spese ammissibili e i tempi di apertura dei bandi, sono i medesimi per tutti i bandi.

Questi i punti principali del bando:

Investimenti finanziabili

Sono finanziabili:

  1. Investimenti per l’acquisto di macchinari ed attrezzature e/o la ristrutturazione dei locali aziendali con la finalità di eliminare rischi specifici ed incrementare il livello di sicurezza sul lavoro;
  2. i progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale finalizzati a migliorare le condizioni di sicurezza.

Destinatari: Tutte le imprese di qualsiasi settore aventi sede operativa nel territorio nazionale.

Spese ammissibili: Tutte le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.

Nel caso di un progetto di investimento, rientreranno ad esempio le spese relative all’acquisto di macchinari ed attrezzature, le spese per la ristrutturazione dei locali,  così come le spese di consulenza per la realizzazione del progetto

Nell’altro caso, saranno finanziabili, tra le altre, le spese per consulenza e formazione del personale, supporti informativi, etc.

Entità del contributo: Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese ammesse a contributo al netto dell’IVA.

In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a € 130.000.

Il contributo minimo erogabile è pari a € 5.000. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa.

Modalità di accesso ai contributi

Le imprese potranno compilare le domande di contributo fino all’8 aprile 2014 sul sito www.inail.it  – sezione servizi online,  previa registrazione sul sito stesso. Le imprese potranno utilizzare una procedura informatica che consentirà non solo l’inserimento della domanda sulla piattaforma del sito, ma anche la possibilità di effettuare tutte le simulazioni e modifiche necessarie, allo scopo di verificare che i parametri associati alle caratteristiche dell’impresa e del progetto siano tali da determinare il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità, pari a 120 (punteggio soglia).   Saranno infatti ammesse a contributo solo le imprese che raggiungono il punteggio minimo di 120, determinato in base a vari fattori:

  • dimensione aziendale (sono privilegiate le micro e le piccole imprese),
  • rischiosità dell’attività di impresa,
  • efficacia  dell’intervento rispetto all’eliminazione di fattori di rischio, con la ulteriore previsione di un bonus nel caso di collaborazione con le Parti sociali (Organizzazioni sindacali ed Associazioni imprenditoriali)  nella realizzazione dell’intervento.

Una volta completata la domanda, l’impresa dovrà salvarla sulla piattaforma del sito.

Le domande inserite dovranno successivamente essere inoltrate on-line sempre attraverso il sito dell’INAIL;  la data e l’ora di apertura e di chiusura dello sportello informatico per l’inoltro delle domande saranno pubblicate sul sito www.inail.it  a partire dal 30 aprile 2014.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *