di


Conto alla rovescia per White, hub creativo di Milano

Dal 27 al 29 febbraio il Salone si apre sempre più verso l’estero: nelle tre location 500 espositori di cui 176 nuovi brand, attesi 20mila visitatori

White 2016_Da sinistra: Brenda Bellei · AD M.Seventy - Simona Magnarelli · Press Office Manager Lancia - Massimiliano Bizzi · Founder di WHITE - Assessore Moda Cristina Tajani · Comune di Milano - Ferdinando Fiore · Dirigente ICE Ufficio Beni di Consumo - Francesca Cella · Direttore Generale di WHITE - Alan · Designer Brand Barbara Alan

(La conferenza di presentazione della prossima edizione di White. Da sinistra: Brenda Bellei, Ad M.Seventy; Simona Magnarelli, Press Office Manager Lancia; Massimiliano Bizzi, fondatore di White; Cristina Tajani, assessore alla moda del Comune di Milano; Ferdinando Fiore, dirigente Agenzia ICE Ufficio Beni di Consumo; Francesca Cella, direttore generale di White; Alan, designer brand Barbara Alan)

Guarda al mondo del fashion contemporaneo, ma anche alla città che lo ospita: White è pronto a tornare sulla scena dal 27 al 29 febbraio nelle sue tre location, con un importante evento aperto alla città di Milano. Cinquecento espositori di cui 176 nuovi brand su 18mila metri quadrati di superficie allestita tra Tortona 27 Superstudio Più, Tortona 54 ex Ansaldo e Tortona 35 Hotel NHow (dove saranno esposte collezioni donna contemporary con una sezione speciale di fashion Bijoux e marchi “cutting-edge”).

Sempre più a vocazione internazionale, il Salone avrà come special guest il coreano YOHANIX, con una urban catwalk nel cuore di Milano, che “cammina” intorno alla città domenica 29; la sua moda gioca con inaspettate combinazioni di tessuti, tra strati, nuove forme e volumi con uno stile sempre ironico, pur utilizzando e fondendo insieme materiali preziosi come le pelli martellate, ricami in oro e le stampe.In più, al Salone, un’area speciale a lui dedicata.E ancora estero con AALTO, brand di origine finlandese ma di base a Parigi è Special Project, un’importante area dedicata ai designer cinesi di ricerca e ai nuovi brand contemporary supportati dall’agenzia Ice.

White_SPECIALGUEST

A fine febbraio il Tortona Fashion District torna a essere il vero hub creativo di Milano con White, rassegna patrocinata dal Comune di Milano: una vocazione alla ricerca sempre più internazionale e fortemente buyer oriented, come dimostrano i 142 marchi esteri presenti al salone. Nell’ottica di rendere il Salone un melting pot della creatività da tutto il mondo è nato il progetto “China Calling” in collaborazione con la talent scouter Sonja Long Xiao, fondatrice di ALTER, una delle più importanti showroom e concept store di Shanghai, con l’obiettivo di portare una selezione dei più promettenti designer cinesi. Sonja Xiao, opinion leader riconosciuta in Cina, grazie alla sua visione ed esperienza ha supportato numerosi designer emergenti, contribuendo a formare un nuovo mercato del lusso cinese popolato di marchi non convenzionali.

È da tempo che White indaga il panorama della moda cinese – basti pensare al debutto italiano di Uma Wang Special Guest di WHITE nel 2012 – con l’obiettivo di portare a Milano eventi culturalmente rilevanti per la città. Con un’area personalizzata all’interno del salone presso la location Superstudio in Tortona 27, lo special project “China Calling” offre la possibilità unica di scoprire una selezione dei più importanti designer contemporanei cinesi con le loro collezioni edgy e di ricerca.

White_TORTONA35

Nel segno del supporto alle nuove generazioni della moda è il progetto “IT’S TIME TO SOUTH”, realizzato in collaborazione con Agenzia Ice – Agenzia per la Promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che apre le porte a 15 selezionati designer con un forte appeal internazionale, provenienti da Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, luoghi di tradizione, storia e cultura italiana che saranno presenti a White in un’area dedicata con la possibilità di incontrare selezionati buyer stranieri portati a Milano grazie al supporto di Ice.

Riparte dal nuovo bando di concorso (online sul sito http://timeaward.it) la seconda edizione di TIME AWARD, brand accelerator per marchi contemporary che, grazie alla sinergia con White e il network di Camera Italiana Buyer Moda –The Best Shops, offre la possibilità di poter sviluppare il business e potenziale commerciale delle aziende selezionate. Grazie al supporto di Lancia e Camera Italiana Buyer Moda, i due vincitori di Time Award potranno avere un accesso diretto al mondo retail e aggiudicarsi quattro eventi dedicati nelle migliori boutique italiane. Tra le novità dell’edizione 2016 tre contest online per promuovere il progetto allargandolo all’audience del web e l’intervento dell’agenzia Ice che offre ai due vincitori alcuni eventi presso importanti store internazionali per esportare anche all’estero i talenti più meritevoli.

White_TORTONA54

Last but not least il “Premio Ramponi”, iniziativa nata per volere di Alfredo Ramponi, titolare dell’omonima azienda che si è imposta nel mondo del fashion per aver inventato il primo cristallo sintetico. Il premio, rivolto a designer di moda e accessori vuole sostenere e incoraggiare la ricerca e la progettualità nell’ambito della moda femminile, dando forza a uno stilista in uno dei passaggi essenziali e al contempo più delicati: l’esposizione fieristica e la campagna vendita. Vincitore della prima edizione del Premio Ramponi è Alberto Zambelli, che sfila a Milano Collezioni il prossimo 28 Febbraio, ed espone le proprie creazioni in un’area speciale a lui interamente dedicata in Tortona 35 Hotel Nhow.

“ll grande lavoro di scouting che il nostro gruppo porta avanti da anni in tutto il mondo sta dando i suoi frutti – commenta Massimiliano Bizzi, fondatore di White -. E non è certo un caso che Yohanix, il designer coreano Guest Designer di questa edizione, abbia scelto le passerelle di New York e subito dopo White per svelare la sua nuova collezione. Una scelta importante legata a una nuova percezione di Milano e della sua fashion week che nelle ultime due stagioni si è distinta per la vivacità dei suoi eventi e delle collezioni proposte. Una città sempre più dinamica, dunque, capace di attrarre compratori e stilisti di tutto il mondo e anche gruppo dei new designer cinesi che rappresentano il fermento di un mercato nel quale White sta lavorando da tempo”.

White_TORTONA27

White arricchisce la sua offerta grazie a 12 Special Area in cui i brand possono comunicare e raccontare le loro collezioni in modo più emozionale. Nata per incentivare giovani brand agli esordi è la sezione Inside White con l’Inside White Award, riconoscimento conferito da un opinion leader del sistema moda che sceglie un vincitore cui verrà durante l’edizione successiva un proprio spazio interamente dedicato.

“L’evoluzione e la continua crescita di White, in questi quattro anni, dimostrano come la collaborazione con il Comune di Milano abbia permesso di valorizzare la creatività di tanti designer – dichiara Cristina Tajani, assessore comunale alla Moda e Design -, che qui possono presentarsi al mondo sperimentando nuovi linguaggi espressivi che si tramutano in nuove opportunità di mercato e di stile. Con i suoi 500 brand presenti all’edizione di febbraio, White conferma come sia vivo l’interesse degli operatori italiani, ma soprattutto stranieri nello scegliere Milano quale miglior vetrina per presentare le proprie creazioni. Con White stiamo inoltre lavorando a un evento molto speciale per portare la moda dalle passerelle alla strada. Proprio dal cuore della città si potranno vedere le sperimentali creazioni del designer coreano Yohanix, Special Guest di White”.

“White ha iniziato con la scorsa edizione un nuovo percorso scandito da progetti nati in stretta collaborazione con l’Ice per promuovere il lavoro di giovani aziende della moda con un intenso lavoro di scouting e incoming nel portare i migliori buyer dall’estero in Italia – precisa Brenda Bellei, Ceo di White –. Proseguendo un cammino già tracciato, che ha fatto di White la piattaforma internazionale della moda Contemporary e di ricerca”.

www.whiteshow.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale