di


Con il progetto “ORIGIN, Passions & Beliefs” Stefan Siegel e Fiera Vicenza sostengono i nuovi talenti

Imogen Belfield

Ai nuovi talenti servono idee e strumenti per promuovere e vendere. Ed è proprio pensando ai codici e ai linguaggi delle giovani start up – inevitabilmente creative – che nasce  nel 2008 Not Just A Label, oggi piattaforma leader a livello mondiale dedicata alla moda contemporanea, come si legge sul sito che oggi annovera 6.000 designer nel proprio database.
Dall’ambito degli accessori a quello dei gioielli, l’obiettivo è dare visibilità e, soprattutto, mettere a disposizione canali di vendita al dettaglio basati su e-commerce a condizioni accessibili.
Ispirandosi ai principi e alle modalità di NJAL (Not Just A Label), Fiera di Vicenza ha deciso di lanciare il progetto “ORIGIN, Passions & Beliefs” in collaborazione con il fondatore Stefan Siegel, da sempre nel fashion business all’esordio come modello di noti marchi e poi, grazie a studi economici condotti all’Università di Vienna e, in seguito, a collaborazioni con compagnie top nel settore finanziario, maturando una solida esperienza in tema di distribuzione  “Consumer e Retail”.

Art C

“ORIGIN, Passions & Beliefs” è, in concreto, un nuovo format di manifestazione fieristica. Alla prima edizione, prevista nel maggio 2014 in Fiera Vicenza, parteciperanno un centinaio tra aziende produttrici tradizionali, giovani talenti, buyer internazionali, product managers e opinion leaders.
Un salone B2B, dove saranno invitati a partecipare anche organizzazioni operanti nel comparto del design, piattaforme di supporto, scuole e incubatori della moda; in previsione anche una giornata di apertura al pubblico. Il format prevede la suddivisione in quattro segmenti principali: Leather, Stone, Textile, Technology

Ayaka Nishi

Lanciato lo scorso Luglio con un evento organizzato nella sede di H-Farm, incubatore di imprese che opera nell’ambito delle tecnologie, ha per ora avuto occasione di mettere in luce la sua natura di ‘mezzo fortemente innovativo e internazionale’ in una presentazione cui hanno partecipato designer indipendenti provenienti da tutto il mondo, piattaforme che ruotano intorno al mondo dell’accessorio, della formazione, della promozione e aziende manifatturiere italiane. Gli ospiti hanno, con l’occasione, visitato aziende italiane rappresentative del Made in Italy: Stephen Venezia, Bonotto “La Fabbrica Lenta” e Forall Confezioni SpA.
H-Farm ha, tra l’altro, ospitato la premiazione del “Best Project”, realizzato durante l’Hackaton – per i meno tecnologici neologismo che sta per Hacker Marathon – cui la Fiera di Vicenza ha lanciato la sfida di realizzare alcune applicazioni dedicate all’accessorio della moda.

Nielspeeraer

A Stefan Siegel abbiamo posto un paio di domande sulla nascita del progetto.

Come è nata la collaborazione con Fiera di Vicenza?
“È iniziata con un’idea, quella di trovare una nuova modalità di interconnessione dei nuovi designer e degli stilisti emergenti con le aziende e le eccellenze produttive che hanno fatto grande il made in Italy. Origin, Passion & Beliefs rappresenta l’ulteriore ed innovativo link per dare valore nuovo al made in Italy.
Il mercato non ha più bisogno di nuovi marchi, si cercano storie vere fatte da artigiani che incontrano talenti creativi. L’idea è creare un’eccellenza culturale. Basata su un mix di locale, ispirazione contemporanea, tradizioni e artigianato, senza dimenticare la formazione.”

Quali elementi delle recenti esperienze, in particolare con NJAL, porterà nel progetto?
“C’è voglia di scommettere su nuove iniziative, grazie alle potenzialità aperte da internet e dai social come Instagram o Twitter. Si sta diffondendo sempre di più un modello di business che va oltre il brand di massa. La mia esperienza deriva dal fatto di aver creato una sorta di “market place della creatività on line”, una vetrina on line dove ho dato spazio e visibilità ai designer ancora sconosciuti. Con NJAL riuniamo oltre 13.600 giovani stilisti (alcuni tenuti d’occhio da star internazionali come Madonna e Lady Gaga), con noi lavora un team di 18 persone. Insomma con la rete si possono creare nuove sinergie e collaborazioni e trovare nuovi talenti… Un ‘humus’ utile per arricchire l’offerta di questo nuovo evento di Fiera di Vicenza.”

 

OBIETTIVI ED ATTESE RISPETTO AL PROGETTO ORIGIN, PASSION AND BELIEF
il punto di Corrado Facco, direttore generale di Fiera di Vicenza

Corrado Facco

Origin, Passion and Beliefs si concentrerà su quattro temi, ‘leather’, ‘stone’, ‘textile’, ‘technology’, con un’offerta che vedrà protagonisti, nella prima edizione, un centinaio di talenti più audaci del mondo del design di accessori provenienti da vari settori, con 120 produttori specializzati e una decina di piattaforme internazionali di formazione nel segmento del cosiddetto fashion design.
Gli obiettivi sono molteplici. In primis diventare miglior luogo di rappresentazione delle diverse competenze della filiera della moda italiana e internazionale, una piattaforma unica di incrocio tra domanda ed offerta, dove da un lato viene massimizzato il “savoir faire” italiano e, dell’altro le grandi maison di moda, che individuano nelle capacità di produzione italiana il miglior partner per la realizzazione delle collezioni dedicate all’alto di gamma.
In estrema sintesi, l’obiettivo centrale del progetto è quello di promuovere la manifattura italiana, la qualità e l’eccellenza dei maestri artigiani. Vicenza dal canto suo ha già una competenza specifica sull’oreficeria e gioielleria ed è al centro di un vasto territorio che rappresenta un cluster manifatturiero, operante nell’alta gamma dell’accessorio moda, unico al mondo.
Origin, Passion and Beliefs è un evento b2b, con una giornata dedicata ai fashion addicted, che avranno l’opportunità di fare un’esperienza di shopping, nel contesto di un vero e innovativo concept store di livello internazionale.

Williams

 

Vega Zaishi Wang

 

Unaburke

 

textiles mood

 

Study

 

Larakhoury

 

Howitzweissbach

 

Fanneschiavoni

 

Coite

 

Battois

 

Ana Rajevic

 


2 commenti

  1. sarei interessata ha partecipare e divulgare ad altri designer questo progetto e come partecipare ? GRAZIE


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *