di


Comitato Moda, prossima riunione il 28 aprile

Riprendono le attività a poche settimane dall’insediamento ufficiale del sottosegretario allo Sviluppo Economico Scalfarotto. Il tessile chiude il 2015 a +1,1%

tessile moda

Dopo un temporaneo stand by, riparte il Comitato della moda e l’accessorio: si terrà giovedì, 28 aprile, il secondo appuntamento dell’organismo, dopo un primo incontro a febbraio. Alla riunione parteciperà anche il sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto, insediatosi ufficialmente due settimane fa. È emerso nel corso dell’incontro di Smi- Sistema moda Italia, nel quale è stato presentato lo scenario dell’industria tessile-moda nel primo semestre del 2016.

Sistema Moda Italia, infatti, grazie alla collaborazione di Massimiliano Serati, Associato di Politica Economica presso l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza, ha sviluppato un modello econometrico ad hoc per l’analisi dei trend del Tessile-Moda, conferma per il settore una chiusura d’anno in area positiva. Se la UE nel suo complesso, coprendo il 55% del totale esportato, ha archiviato una dinamica del +2,5%, l’extra-UE non va oltre un +1,6%.

In riferimento all’anno 2015, l’industria italiana del Tessile-Moda archivierebbe un fatturato in aumento del +1,1% su base annua. Il turnover settoriale, pertanto, passerebbe a 52,6 miliardi di euro, guadagnando circa 570 milioni di euro rispetto al consuntivo 2014. Entrambi i comparti della filiera si manterrebbero in area positiva.

Passando al primo semestre del 2016, ponendo come input del modello econometrico il quadro previsionale elaborato dal Fondo Monetario Internazionale e dalla BCE, per l’industria italiana del Tessile-Moda si assiste ad una prosecuzione del trend favorevole, pur su ritmi moderati. In particolare, il turnover settoriale è stimato in aumento del +2,2%. Con riferimento ai due macro-comparti della filiera, il Tessile dovrebbe sperimentare un’evoluzione pari al +1%, l’Abbigliamento-Moda al +2,9%.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *