di


Collezione Manometro, Giuliano Mazzuoli sa come andare controcorrente

Tra le principale caratteristiche c’è sicuramente lo spessore della cassa, di ben 14,8 mm. Mentre altri brand orologieri s’affannano ad assottigliarla, Giuliano Mazzuoli provvede invece ad irrobustirla e a farla crescere d’altezza.

Non è una cosa fuori dal mondo, è solo merito del piglio creativo, inatteso, che determina lo spirito delle sue ideazioni. Mazzuoli non è un artigiano orologiaio che si ostina ad andare controcorrente costi quel che costi (anche concepire addirittura una cassa cilindrica…!), è un creativo e basta, e della specie più raffinata e fantasiosa.

orologio-giuliano-mazzuoli-manometro-3

Non s’accontenta di costruire orologi ben fatti, ha la pretesa, giusta, che siano anche belli e speciali, come infatti sono i suoi orologi, asciutti e puliti nelle linee, volutamente possenti eppure sorprendentemente confortevoli al polso, con quella corona sfrontata esposta ad ore 2 ed il cinturino in cuoio naturale fiorentino che va a fare tutt’uno con la cassa, scomparendovi all’interno, senza alcuna traccia di anse.

orologio-giuliano-mazzuoli-manometro-3
Parliamo della Collezione Manometro, linea iconica di Giuliano Mazzuoli che ora ne amplia i modelli aggiungendovi quadranti con due nuovi colori: il verde della speranza ed il blu dei cieli infiniti.
L’alto profilo tecnico è garantito dal movimento meccanico a carica automatica calibro ETA 2824/2  custodito in cassa d’acciaio lucido di 45,2 mm. di diametro. Sotto il vetro in zaffiro convesso, antiriflesso, le lancette indicano ore, minuti e secondi scorrendo su quadranti di estrema leggibilità.

 www.giulianomazzuoli.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *