di


Chopard, entro luglio solo oro etico

L’annuncio in una conferenza stampa a Baselworld: tutti i gioielli e gli orologi della maison saranno prodotti con metallo proveniente da fonti responsabili

Chopard_oro etico_Chopard commits to 100% Ethical Gold- press conference (1)-min
La conferenza stampa di Chopard

Entro luglio l’intera produzione di Chopard sarà in oro etico al 100%: l’annuncio è arrivato durante una conferenza stampa a Baselworld alla presenza dei vertici della maison accompagnati da Colin e Livia Firth, Julianne Moore, i modelli e attivisti Arizona Muse e Noella Coursaris e il cantante cinese Roy Wang. Chopard definisce “Oro etico” come l’oro acquisito da fonti responsabili, verificato avendo rispettato gli standard ambientali e sociali delle best practice internazionali.

A partire da luglio 2018, l’oro di Chopard sarà acquistato in modo responsabile solo da una delle due rotte tracciabili: l’oro artigianale estratto da miniere di piccole dimensioni che partecipano agli schemi Swiss Better Gold Association (SBGA, di cui Chopard è entrata a far parte nel 2017), Fairmined e Fairtrade, e l’oro della catena di custodia del RJC, attraverso la partnership di Chopard con le raffinerie certificate con dal Responsible Jewellery Council.

Chopard_oro etico_Caroline & Karl-Friedrich Scheufele surronded by Colin & Livia Firth-min
Da sinistra, Colin Firth, Caroline e Karl-Friedrich Scheufele e Livia Firth

“Siamo incredibilmente orgogliosi di poter dire che a partire da luglio 2018 tutto il nostro oro sarà acquistato da fonti responsabili”, ha detto Karl Friedrich Scheufele, Co-presidente di Chopard durante la conferenza. La visione di Chopard è quella di aumentare, per quanto possibile, la proporzione di oro artigianale che la Maison acquista man mano che diventa più disponibile sul mercato. Oggi Chopard è il più grande acquirente di oro Fairmined.

“È un impegno audace, ma che dobbiamo perseguire se vogliamo fare la differenza nella vita delle persone che rendono possibile il nostro business – ha aggiunto Scheufele –. Siamo stati in grado di ottenere questo risultato perché più di 30 anni fa, abbiamo sviluppato una produzione verticalmente integrata e investito nella padronanza di tutti i mestieri interni, dalla creazione di una rara fonderia d’oro in house già nel 1978, alle abilità di artigiani di alta gioielleria e orologiai esperti. ”

“Come azienda a conduzione familiare, l’etica è sempre stata una parte importante della nostra filosofia familiare – gli ha fatto eco Caroline Scheufele, co-presidente e direttore creativo di Chopard -. Naturalmente, abbiamo sempre messo l’etica al centro dei valori di Chopard. Il vero lusso arriva solo quando conosci l’impronta della tua catena di fornitura e sono molto orgogliosa del nostro programma di approvvigionamento di oro. Come direttore creativo del marchio, sono così orgogliosa di condividere le storie che si celano dietro ogni bellissimo pezzo con i nostri clienti, che le indosseranno con orgoglio”.

Chopard_oro etico_Chopard co-President Caroline Scheufele with Julianne Moore (1)-min
Il co-presidente e direttore artistico di Chopard Caroline Scheufele con l’attrice Julianne Moore

Come parte dell’impegno di Chopard per l’oro etico, i nuovi pezzi della High Jewellery Green Carpet Collection presentati a Baselworld sono realizzati esclusivamente con oro Fairmined, così come l’orologio High Orlogery L.U.C Full Strike e l’orologio Happy Palm.

Nel 2013 Chopard ha preso la decisione a lungo termine di investire direttamente nell’oro artigianale, fornendo risorse finanziarie e tecniche in collaborazione con l’Alliance for Responsible Mining e contribuendo a stabilire nuove rotte commerciali dalle miniere da cui provengono in Sud America, portando in Europa prodotti tracciabili e fornendo ulteriori entrate finanziarie alle comunità locali. La Maison ha unito le forze con l’ARM per supportare e consentire a una nuova miniera artigianale di raggiungere la certificazione Fairmined (CASMA, situata ad Ancash, in Perù) – che fornirà formazione, assistenza sociale e supporto ambientale.

L’annuncio di ieri segna anche la prossima fase del programma di sostenibilità di Chopard – The Journey to Sustainable Luxury, con il suo allineamento agli Obiettivi Globali delle Nazioni Unite“Oggi, grazie agli Obiettivi Globali – ha detto Livia Firth, della società di consulenza Eco-Age impegnata nella sostenibilità – abbiamo un piano in 17 punti. È entusiasmante che Chopard condivida questa visione e all’Eco-Age non vediamo l’ora di lavorare con loro per raggiungere questo obiettivo“.

www.chopard.com


1 commento

  1. Sono molto contento per questa scelta di Chopard. Ethical jewels by Gioielleria Belloni, già dal 2009, realizza fedi e gioielli in oro etico. Il fatto che i grandi nomi seguano il nostro esempio ci rende orgogliosi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA