di


Chopard, a Milano riapre la boutique di Via della Spiga

Un momento dell'inaugurazione

Il 18 ottobre ha riaperto la boutique milanese in Via della Spiga 14 di Chopard, la maison ginevrina di orologi e gioielli fondata nel 1860 e acquisita dalla famiglia Scheufele nel 1963, tutt’oggi interamente di proprietà familiare. È nel cuore del quadrilatero e mantiene il nuovo concept proposto per primo dal “709 Madison” a New York. Il progetto, che si sviluppa su 300 mq su 2 piani collegati tra di loro da una scala in cristallo con quattro vetrine e due laterali alla porta d’entrata  con pareti in arkè e pavimenti di parquet, è dell’architetto francese Thierry W. Despont, che ha inteso fondere la tradizione secolare della famiglia e la produzione creativa tecnologica.
Al primo piano la sala accessori, la sala dedicata alle collezioni donna e una vip room per presentare i pezzi più esclusivi di alta gioielleria e orologeria.
Un vertical garden  ornava lo spazio antistantea e per la serata di gala, che si è tenuta in occasione dell’inaugurazione, ha visto la partecipazione di ospiti e celebrities. Chopard oggi conta tre sedi di produzione e lavorazione: Ginevra e Fleurier in Svizzera e Pforheim in Germania, alle quali nel 2008 si è aggiunto Rue des Moulins 24, sempre a Fleurier, dove ha sede Fleurier Ebauches S.A., la nuova società di proprietà del gruppo Chopard che produrrà appunto “ebauches”, ossia gli sbozzi dei movimenti orologieri consentendo al gruppo di consolidare la propria verticalizzazione e di aumentare la produzione in house di movimenti e componenti.

 

Il taglio del nastro

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *