di


“Chiama Angeli” l’iconico ciondolo continua ad affascinare il consumatore

Dici “Chiama Angeli” e dici Roberto Giannotti: l’azienda campana, parte dell’omonimo gruppo che vanta un fatturato di oltre 50 milioni di euro.



Ha iniziato la propria avventura negli anni Cinquanta, ma è questo iconico prodotto che ha accompagnato la sua trasformazione in brand


Forte sul mercato italiano e in espansione in Europa, Usa e Canada, la Roberto Giannotti ha fatto sua la filosofia dell’angelo custode e nel 2002, grazie all’intuizione di Vincenzo Giannotti (figlio del fondatore), lancia l’idea e il concept del gioiello: un dono inteso come amore, pensiero, capace di richiamare il proprio angelo per invocarne la protezione.

Nel corso di questi anni il “Chiama Angeli” si è evoluto, comparendo su anelli, orecchini, bracciali e giocando con i materiali includendo, in alcuni modelli, le pietre preziose.

A raccontare la storia di un prodotto tanto identificativo per l’azienda è Roberto Giannotti, terza generazione della famiglia e oggi alla guida della maison, che spiega a Preziosa Magazine come questo progetto di punta abbia saputo rinnovarsi mantenendo intatta l’idea di fondo.


Roberto Giannotti

Come è nato il concept del prodotto?
Il Chiama Angeli è stato per noi il vero punto di svolta. Nasce più di 15 anni fa, come evoluzione delle prime collezioni che si ispiravano alla Filosofia Angelica di Roberto Giannotti.
Nasce un po’ quasi, come “conseguenza” della nostra scelta stilistica e filosofica. L’Angelo da sempre è stato un guardiano, colui che ci protegge: non potevamo fare a meno di creare un prodotto che avesse la capacità evocativa di chiamarlo. La nostra azienda è stata la prima a creare, attorno a questa idea, un vero e proprio progetto di comunicazione e marketing. L’originalità sta proprio in questa capacità di essere stati i primi a creare un prodotto e una comunicazione ad hoc su questo gioiello”.

Quanto conta ancora oggi il Chiama Angeli nella strategia di prodotto della Roberto Giannotti?
Essere stati i primi significa anche essere gli “originali”. Tutti i progetti della nostra azienda ruotano intorno all’emozione umana, e in questo siamo stati dei precursori: oggi il “Chiama Angeli” è amatissimo in Italia, ma anche in aree come il Sud America, dove resta caro il concetto del gioiello-talismano, come dimostra la diffusione della celebre “bola” messicana. L’ultimo modello – in argento, zirconi bianchi e pietra semipreziosa rossa – è accompagnato dal claim “con tutto il mio cuore”, ed è uno dei nostri best seller. Per sottolineare quanto conti per noi questo patrimonio radicato a breve avvieremo una campagna di comunicazione sull’unicità e l’originalità dei nostri prodotti”.


Chiama Angeli “Con tutto il mio cuore”

Di fronte alle difficoltà lamentate dal settore, come crede stia rispondendo il mercato?
Credo che la situazione sia complicata, ma al tempo stesso resto ottimista, confido molto nella professionalità dei retailer. Oggi, sicuramente la parte più difficile riguarda proprio i negozianti, e ritengo che sia nelle loro mani la capacità di reagire a questa crisi: devono saper scegliere e consigliare al proprio cliente il gioiello più adatto. Per noi il dettagliante è un punto di riferimento, e lo dimostrano le grandi risorse investite negli spazi vetrina e negli strumenti di vendita. Conosciamo l’importanza dello storytelling”.


2006 chiamangeli

2006 "Il ChiamaAngeli" collezione smalti

2006 chiamaangeli

2006 "Il ChiamaAngeli" collezione smalti

2007_giannotti1

2007 "Il ChiamaAngeli"

2008 chiamaangeli

2008 "Sta nascendo un Angelo"

2018_gioiello

2018 "Il ChiamaAngeli" Shine

2018 chiamaangeli

2018 Con tutto il mio cuore

Immagini 1352

2017 "Il ChiamaAngeli" nuovo logo


Cosa intende?
Oggi tutti possono vendere qualcosa, ma pochi possono raccontarlo. Nel nostro caso, per esempio, la filosofia angelica è sicuramente uno degli strumenti più forti di vendita. I nostri rivenditori storici conoscono perfettamente questo segreto e lo custodiscono gelosamente”.

Cosa c’è scritto nel futuro della Roberto Giannotti?
I nostri due nuovi progetti ‘Cuor di Luce’ e ‘Love’, che sono l’essenza stessa di un amore universale, unico. Una campagna pubblicitaria mirata lancerà questi due nuovi prodotti che saranno il nostro fiore all’occhiello nel prossimo anno”.


Da oggi, il “Chiama Angeli” e tutte le collezioni di Roberto Giannotti vi aspettano a VicenzaOro January, Padiglione 1 stand 230

www.robertogiannotti.com


“CHIAMA ANGELI” THE ICONIC PENDANT CONTINUES TO ATTRACT CONSUMERS ROBERTO GIANNOTTI JUNIOR:  “BEING THE FIRST MEANS ALSO BEING THE ‘ORIGINAL’”
Say “Chiama Angeli” and you’re saying Roberto Giannotti. The company from Campania belongs to the group of the same name, boasting a turnover of over 50 million Euros.The business began life in the 1950s, but it is this unique product that made it into a recognised brand. With a strong presence on the Italian market and expansion into Europe, the USA and Canada, Roberto Giannotti has always made the concept of the guardian angel very much its own. It was Vincenzo Giannotti (son of the founder) who conceived the idea of a special gift item in 2002: a piece of jewellery that conveyed love and concern and invoked protection from a personal angel. “Chiama Angeli” has evolved over the years, appearing on rings, earrings and bracelets, and using a range of materials including precious stones in some designs. Roberto Giannotti, third generation in the family business and now at its helm, explained to Preziosa Magazine how this flagship product was conceived, and how the company has managed to constantly reinvent it while keeping the basic idea intact.
How did the idea for this product come into being? The “Chiama Angeli” was the real turning point for us. The idea was conceived more than 15 years ago, almost as a “consequence” of our choices in terms of company style and philosophy. The Angel has always played the role of guardian there to protect us, so it seemed natural to create a product with the ability to invoke his help. Our company was the first to use this idea as the basis for a real communication and marketing project”.
How much does the “Chiama Angeli” still count today in Roberto Giannotti’s product strategy? “Being the first means also being the ‘original’. All our company projects revolve around human emotions, and we were certainly the precursors here. To highlight the importance to us of this legacy, we will soon be launching an advertising campaign which stresses the uniqueness and originality of our products”.
Given the difficulties the sector has to face, how do you think the market is responding? “I think the situation is complicated, but at the same time I remain optimistic; I have a lot of faith in the professionalism of our retailers. Certainly, the most difficult part relates to our retailers, and I believe the ability to counteract this crisis lies in their hands. They need to know how to choose the best items for their customers and give them the right advice. For us, the retailer is an important reference point, as is shown by the huge resources invested in window-dressing and sales methods. We know the importance of storytelling”.
What do you mean? “Everyone knows how to sell something nowadays, but only a few can tell the story behind it. In our case, for example, the idea of the angel is certainly one of our strongest selling tools. Our established retailers know this secret very well, and guard it jealously”.
What lies in the future for Roberto Giannotti? “We have two new projects,”Cuor di Luce” and “Love”, which embody the very essence of a single universal love. We’ll use a targeted advertising campaign to launch these two new designs, which will be our flagship products in the coming year”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA