di


Chantecler, Una “piccola gioia” dal sapore vintage per gli amanti del lusso e dell’unicità

È la borsa gioiello presentata sabato nella boutique milanese di Chantecler, in occasione della Milano Fashion Week e nata dalla collaborazione dell’azienda caprese con Magrì, marchio fiorentino di alta pelletteria.

La borsetta, chiamata appunto “Piccola Gioia”, è realizzata in pregiato coccodrillo mississippiano da allevamento a scaglie larghe, rifinita con una patinatura fatta a mano nel laboratori Magrì.

1
Le linee pulite richiamano quello degli accessori Anni 40 e 50, rielaborate in chiave moderna e con un’eleganza senza tempo. Particolare di tutte le creazioni dell’azienda fiorentina è il logo, un gioiello-serpente a due teste che rappresenta la dualità insita in ogni donna, dove grazia e mistero convivono in perfetta armonia, posto sempre in primo piano e spesso a chiusura delle borsette.

3
Nei pezzi in collaborazione con Chantecler questo particolare è impreziosito da una fibbia-gioiello protetta e avvolta nelle spire dei due serpenti. La fibbia, che segue la collezione Capri 1947, è in oro tempestato di pietre preziose, malachite cabochon, coralli, apatite, che risaltano sul verde acqua della borsetta.

La Piccola Gioia è nata dall’incontro e dalla collaborazione tra Isabella Pia Ayoub, amministratore delegato e direttore creativo di Magrì e Maria Elena Aprea, direttore creativo della casa di alta gioielleria fondata a Capri nel 1947 dal padre Salvatore insieme a Pietro Capuano. Maria Elena ha ereditato la stessa passione, che condivide con i fratelli Gabriele e Costanza, e insieme a Isabella ha creato un pezzo di puro lusso Made in Italy, prezioso e raffinato, pensato per donne in carriera che vogliono l’eccellenza e l’esclusività.

2

Ogni borsa, infatti, è unica e viene realizzata solo su ordinazione. Nelle gioiellerie Chantecler di Capri e Milano ogni cliente può scegliere il colore della sua Piccola Gioia e le pietre che meglio le si addicono, consigliata dalla stessa Maria Elena. Ma deve anche avere pazienza, perché l’oggetto del desiderio richiede un’attesa di due mesi e mezzo per la sua realizzazione.

La  Borsa Piccola Gioia è in Coccodrillo missisipiano da allevamento a scaglie grandi, il più pregiato,.

La borsa viene rifinita con una patinatura fatta a mano nel laboratori Magrì. Il logo Magrì è personalizzato dalla Maison Chantecler seguendo la collezione Capri 1947 con oro e pietre preziose (malachite cabochon, coralli, apatite) per un risultato totalmente taylor-made ed esclusivo.

Tutte le borse Magrì potranno essere personalizzate da Chantecler seguendo le richieste del cliente che potrà avvalersi dell’expertise della designer e proprietaria del marchio, Maria Elena Aprea.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *