di


Oroarezzo, sulla cessione la Regione ferma tutto

Per ora l’ente, principale azionista di Arezzo Fiere, rimanda la decisione sulla gestione delle manifestazioni orafe da parte di Italian Exhibition Group

arezzo-fiere_golditaly-compressor

Doveva arrivare oggi la decisione sul futuro delle rassegne orafe di Arezzo Fiere, ma dalla Regione  Toscana, principale azionista con il 40% delle quote, arriva uno stop. Il governatore Rossi ha bocciato la proposta dell’assessore Stefano Ciuoffo e per ora l’accordo con Italian Exhibition Group è rimandato, secondo quanto riportato oggi su La Nazione. Le manifestazioni orafe che fanno capo a Arezzo Fiere – OroArezzo e Gold/Italy – restano in stand by, oggi in assemblea la rappresentante della Regione annuncerà il no. Probabile una ridefinizione dei termini dell’accordo con il colosso fieristico nato dalla fusione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza.

L’accordo discusso finora prevede la cessione delle rassegne orafe con garanzia di mantenimento della sede ad Arezzo almeno fino al 2021; sulla questione è intervenuta in queste ore anche la Cna provinciale, che chiede garanzie per le due manifestazioni, con “risultati tangibili e ricadute concrete per la realtà produttiva aretina”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA