di


Responsible Jewellery Council, Mattioli ottiene la certificazione CoC

La manifattura italiana è una delle 37 aziende ad aver raggiunto lo standard a tutela di una catena di fornitura etica e responsabile

Mattioli_boutique

Un traguardo importante per la Mattioli Spa, la 37esima azienda nel mondo ad aver ottenuto la Chain-of-Custody Certification del Responsible Jewellery Council. Lo stabilimento produttivo di Torino, dunque, ha ricevuto la certificazione CoC dopo la valutazione positiva della Bureau Veritas Italia, una società di revisione internazionale accreditata dal RJC.

“Il Responsible Jewellery Council si congratula con la Mattioli SpA per aver ottenuto la certificazione CoC – ha detto Andrew Bone, direttore esecutivo di RJC -. La certificazione Chain-of-Custody fornisce ai membri un meccanismo per dimostrare il modo in cui stanno attuando la Due Diligence Guidance dell’OCSE per catene di fornitura responsabili”. Il RJC conta attualmente 750 membri globali, di cui 482 certificati e 37 con certificazione CoC.

“La Mattioli SpA è orgogliosa di aver raggiunto la certificazione CoC del RJC, dopo quella del Code of Practices ottenuta nel 2014 – commenta Licia Mattioli, Ceo dell’azienda -. Il nostro lavoro è stato sempre ispirato a principi etici e sociali rigorosi e questa certificazione riconosce e dimostra la nostra conformità con i severi requisiti di questi importanti standard internazionali. La certificazione CoC ci consente di aumentare ulteriormente il nostro prestigio con clienti e fornitori, riconoscendoci l’attuazione di pratiche commerciali responsabili che incarnano l’eccellenza italiana in tutto il mondo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *