di


Carlo Sangalli riconfermato alla guida di Confcommercio

Nuovo mandato per i prossimi cinque anni. Aquilino (Federpreziosi): “Gli auguriamo di riuscire a rafforzare il peso e l’importanza delle categorie che rappresenta”

Carlo Sangalli 01

Conferma per acclamazione, ieri, per Carlo Sangalli al vertice di Confcommercio. L’Assemblea Ordinaria della confederazione sceglie come guida il presidente uscente anche per il quinquennio 2015-2020. Tra i suoi obiettivi futuri, il completamento del riassetto organizzativo, il rafforzamento dell’azione politico-sindacale e la valorizzazione del ruolo del terziario di mercato. Rinnovati anche i componenti del Consiglio Generale, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri.

Tra le azioni più significative della Consiliatura appena conclusa, come ricordato dallo stesso Sangalli, l’adozione del nuovo Statuto e del Bilancio sociale, con l’obiettivo di rendere il sistema associativo più moderno, più agile e più efficace a tutti i livelli. “Un processo – ha a spiegato il presidente – la cui completa realizzazione rappresenta uno degli obiettivi centrali della Confederazione nei prossimi anni insieme al rafforzamento del proprio ruolo di rappresentanza nei confronti delle istituzioni e della politica, soprattutto sulle questioni legate al fisco, al lavoro, al credito, alla legalità, all’impegno per restituire al turismo la centralità che merita nelle politiche economiche del Paese, alla valorizzazione delle imprese del terziario di mercato”.

aquilinoAnche da Federpreziosi, la federazione di Confcommercio che riunisce le imprese orafe, gioielliere, argentiere e orologiaie, arriva il plauso alla conferma di Sangalli. “Al presidente auguriamo cinque anni di buon lavoro – commenta il presidente Federpreziosi Giuseppe Aquilino (in foto a sinistra) – e di riuscire veramente a cogliere le opportunità per rafforzare a tutti i livelli in ambito istituzionale l’importanza e il peso della voce di Confcommercio e delle categorie che rappresenta. Da umili soldati, in prima linea come sempre, seguiremo il generale”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *