di


Cantieri aperti per gli stabilimenti di Ferragamo e Manifatture Berluti

Al via la ristrutturazione logistica dei grandi brand di moda e accessori con l’impresa edile veneta Carron, che ha già realizzato il Diesel Village e l’Atelier Bottega Veneta

Il rendering della nuova sede di Ferragamo a Osmannoro

Le recenti strategie dei marchi della moda e del lusso spingono verso l’espansione retail. Lo dimostrano recenti indagini, come quella di Exane Paris Bas realizzata con Fondazione Altagamma e presentata a Milano a inizio mese, che evidenzia una crescita dei consumi di pari passo all’allargamento della rete di vendita diretta, ma vanno di pari passo anche le scelte logistiche delle grandi aziende, come l’acquisto da parte di Kiton dell’ex Palazzo Ferré.

La crescita degli spazi fisici dei big brand dunque sembra essere una priorità su cui puntare, anche grazie alla crescente specializzazione di alcune imprese edili. E’ il caso della veneta Carron Spa, che nel 2013 ha festeggiato i suoi primi 50 anni e ha all’attivo numerose commesse con top luxury brand del Made in Italy. Alcune già completate, come quelle per Diesel (per cui nel 2010 ha terminato il Diesel Village a Breganze in provincia di Vicenza) e Bottega Veneta (nel complesso di Villa Schroeder ex Da Porto di Montebello Vicentino, completato nel 2013), e altre in cantiere, come nel caso di Ferragamo e Manifatture Berluti.

Il progetto dello stabilimento Berluti in provincia di Ferrara

Avviati lo scorso settembre i lavori commissionati dalla Salvatore Ferragamo SpA per la ristrutturazione e l’ampliamento della storica sede principale di Osmannoro, in provincia di Firenze. In questo sito il Gruppo di moda e accessori concentra da sempre la gestione di tutte le operazioni, sia produttive, logistiche che commerciali, dando lavoro ad oltre 560 dipendenti. Anche in previsione di un trend di crescita del personale per il prossimo futuro, è emersa la necessità di adeguare gli spazi e le strutture, sia all’interno, per ampliare uffici, aree comuni, Ristorante aziendale, aree dedicate alle attività di tipo sociale, sia all’esterno, vista l’attuale insufficienza dell’area parcheggi e dei piazzali di manovra dei mezzi di trasporto. Saranno migliorate anche la compatibilità ambientale dello stabilimento, l’efficienza energetica e la loro fruibilità, in particolare da parte di persone disabili.

La ‘liason’ tra l’impresa Carron e il mondo della moda e del lusso si sostanzia in questo momento anche nel territorio romagnolo con la costruzione del nuovo sito produttivo di uno dei nomi più noti dell’eccellenza calzaturiera italiana, Manifattura Berluti, parte della multinazionale del lusso LVMH. Lo scorso giugno è stata posta la prima pietra di uno stabilimento che ospiterà 290 dipendenti, situato nelle campagne di Gaibanella, in provincia di Ferrara. Il fabbricato è caratterizzato dalla presenza di due volumi distinti fra di loro, l’edificio principale destinato alle attività produtive e direzionale ed un secondo, più piccolo, destinato ad impianti tecnologici funzionali al fabbricato.

Il progetto degli interni della sede Berluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *