di


Bulgari, la “Tortue de Soirée” come metafora struggente della vanitas

La collaborazione con l’artista Francesco Vezzoli in occasione della sua prossima mostra al Musée d’Orsay

Francesco Vezzoli è l’artista, tra i più affermati a livello internazionale, che in collaborazione con Bulgari ha realizzato una scultura preziosa, la Tortue de Soirée (La tartaruga della sera), pura contaminazione tra arte contemporanea e alta gioielleria. Un carapace in bronzo con incastonate 42 gemme – ametiste, rubelliti, peridoti, citrini e topazi, tutte taglio cabochon distintivo del marchio, ed un pavé di diamanti che illumina le partizioni del guscio, accentuando il contrasto con la finitura più grezza del resto del corpo. 1.500 ct tra i quali trovano spazio nove antiche monete greche in argento, in liaison con le radici della Maison che da oltre 130 anni reinventa il patrimonio greco e romano attraverso un linguaggio contemporaneo. Artigianalità e unicità per un pezzo unico che trova la propria ispirazione nel romanzo di Joris-Karl Huysman,Controcorrete” in cui il protagonista, Jean Des Esseintes, rinnega la medriocrità della vita abbandonandosi all’auto-indulgenza, all’edonismo e ad un piacere estetico che lo porta a circondarsi di libri, mobili e oggetti, inclusa una tartaruga che decora con gemme sfavillanti.

Bulgari ancora una volta è vicino all’arte, ora con un’opera senza precedenti che evoca l’ossessivo narcisismo di Des Esseintes e che dà forma ad una narrazione facendo dell’immateriale qualcosa di bello e di tangibile. Per essa gli artigiani di Bulgari hanno investito 530 ore in accuratissimo lavoro.

Dal 26 novembre 2019 al 1 marzo 2020 sarà esposta al Musée d’Orsay di Parigi nell’ambito della mostra Huysmans, de Degas à Grünewald sous le regard de Francesco Vezzoli.

Supportiamo con entusiasmo questo progetto che rafforza ulteriormente il legame tra Bulgari e l’arte contemporanea. In questa occasione, abbiamo fatto anche un passo ulteriore ricoprendo non solo il ruolo di mecenati, ma anche di creatori. Dall’ispirazione fino alla manifattura, Bulgari ha sempre considerato la gioielleria come una forma d’arte e la scultura gioiello realizzata insieme a Francesco Vezzoli è il risultato di un eccitante dialogo artistico tra i nostri codici stilistici. Sono certa che sarà una della maggiori attrazioni della mostra al Musée d’Orsay.” Ha commentato Lucia Boscaini, Bulgari Brand and Heritage Curator.

La tartaruga è un simbolo della fruizione opulenta, vibrante e decadente della bellezza al giorno d’oggi. Lontana dal mondo rarefatto dell’ alta gioielleria, che da tradizione si rivolge ad un’ élite, quest’opera rappresenta il primo gioiello “pubblico” destinato a sorprendere, divertire e a far riflettere le persone.” Ha invece dichiarato Francesco Vezzoli.

www.bulgari.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *