di


Bulgari e Isabella Ferrari di nuovo insieme per Save The Children

Una serata organizzata durante  AltaRomAltaModa per presentare il volume “Forma/Luce” e gli scatti di Max Cardelli: il ricavato destinato all’Organizzazione che da quasi un secolo si dedica ai bambini

Parole, immagini, suoni e gioielli per sostenere Save the Children. A Roma una serata per presentare il volume “Forme/Luce” in occasione della XXV edizione della fashion week AltaRomAltaModa. L’evento, organizzato da Altaroma e Bulgari, ha svelato anche una serie di ritratti di Isabella Ferrari scattati dal fotografo Max Cardelli, alternati alle poesie di Aldo Nove sulla sfera femminile. Al suo interno, anche la profonda e toccante testimonianza di Francesco Clemente. Il volume, edito da Drago, sarà distribuito nelle migliori librerie d’Italia.

Parte del ricavato contribuirà a sostenere Save the Children, l’Organizzazione che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e difendere i loro diritti. Il progetto, accompagnato dal paesaggio sonoro realizzato da Pietro Scialanga, è stato lanciato il 13 Luglio agli Horti Sallustiani, una cornice storica ricca di suggestioni, nel corso di una serata di gala.

Francesco Clemente, Isabella Ferrari, Jean Cristophe Babin, franca Sozzani
Francesco Clemente, Isabella Ferrari, Jean Cristophe Babin, Franca Sozzani

L’attrice italiana diventa simbolo di bellezza femminile evocando donne mito della storia, donne di impegno politico e culturale ma anche donne immaginate da grandi artisti: Aung San Suu Kyi, Giovanna D’Arco, Gaspara Stampa, Emily Dickinson, Saffo, Mata Hari, Beatrice Portinari, Rabi’a, Marylin Monroe, Giovanna D’Aragona, Leni Riefenstahl, Ereshkigal, Afrodite, Gea, Antigone, Cabiria.

Valeria Golino, Isabella Ferrari e Riccardo Scamarcio
Valeria Golino, Isabella Ferrari e Riccardo Scamarcio

“Le foto di Max Cardelli, le poesie di Aldo Nove e le intenzioni di Francesco Clemente mi hanno compresa come io non sono mai riuscita a comprendere me stessa. Dedico “Forma/Luce” a Save The Children e a tutte le madri che nel mondo lottano per i propri figli” ha detto Isabella Ferrari, presente all’evento con le due figlie.

Isabella Ferrari con le figlie
Isabella Ferrari con le figlie

Già dal 2009 Bulgari ha deciso di intervenire in favore dei bambini più vulnerabili al mondo, e proprio in collaborazione con Save the Children, ha lanciato un’ambiziosa campagna senza precedenti con l’obiettivo di donare parte del ricavato della vendita di un anello – appositamente disegnato per l’iniziativa – all’Organizzazione internazionale indipendente.

Jean Cristophe Babin e Riccardo Scamarcio
Jean Cristophe Babin e Riccardo Scamarcio

Ad oggi, l’enorme successo di vendita di questo gioiello ha consentito a Bulgari di raccogliere oltre 20 milioni di euro (27 milioni di dollari) e a Save the Children di raggiungere in 5 anni oltre 600.000 minori in 23 paesi. Nel 2014, in occasione del suo 130 esimo anniversario e per aumentare il suo sostegno all’Organizzazione, Bulgari ha lanciato un nuovo pendente in argento e ceramica. Dal 2013 Isabella Ferrari è ambasciatrice in Italia della partnership Bulgari – Save the Children.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *