di


Buccellati apre a New York e celebra l’impressionismo

Opening in Madison Avenue della nuova boutique della maison, con una mostra di cinque gioielli unici ispirati da celebri dipinti  dell’Ottocento

Un pezzo della collezione di Buccellati ispirata ai capolavori dell'impressionismo
Un pezzo della collezione di Buccellati ispirata ai capolavori dell’impressionismo

Buccellati celebra l’apertura del nuovo flagship store di New York con una mostra di dipinti impressionisti e post-impressionisti: accanto alle opere d’arte originali, cinque gioielli unici ispirati dalle tele di Claude Monet, Pierre Bonnard, Homer Winslow, Mikhail Larionov e Odilon Redon, gentilmente messi a disposizione da Wildenstein & Co. Inc. Durante la settimana appena terminata, Buccellati ha messo da parte una percentuale delle vendite per donarla alla Fondazione Save Venezia, a sostegno della missione di tutela del patrimonio culturale della città attraverso il restauro di monumenti e opere d’arte.

Il marchio milanese di alta gioielleria ha organizzato un opening in grande stile per la nuova boutique al 714 di Madison Avenue, nella Grande Mela, con una mostra intitolata “Timeless Blue”. Gli invitati hanno potuto visitare ognuno dei cinque piani del nuovo flagship store e la High Jewelry Lounge: a sostegno di Save Venice, la serata ha ospitato molte socialità, luminari del mondo della moda e clienti top internazionali di Buccellati, immersi in una scenografia illuminata di blu, a ricordo della identità stilistica originaria del marchio, risalente al fondatore Mario Buccellati.

Fuori dalla boutique, due Maserati blu e, all’entrata, un regalo speciale per tutti gli intervenuti: un bracciale disegnato ad hoc per la serata e un cocktail Timeless Blue. Nonostante il Rinascimento Italiano rimanga il fulcro della loro concezione estetica, Andrea e Lucrezia Buccellati hanno trovato una nuova sorgente di ispirazione nel movimento impressionista e post-impressionista. Cinque gioielli speciali che accompagnano la Maison nel 21esimo secolo e indicano un approccio nuovo e una eleganza senza tempo, mentre la tradizione Buccellati si evolve ulteriormente verso il mondo moderno. A fare gli onori della serata, la famiglia Buccellati, David Wildenstein, Claudio Sposito, Kelly Rutherford e i membri di Save Venice, Lauren Santo Domingo, Olivia Chantecaille, Alexandra Lind Rose, Indre Rockefeller, Beatrice Rossi-Landi, Matthew White ed Adelina Wong Ettelson.

Buccellati, orecchini ispirati alla "Tempesta sulla costa di Belle-Ile", di Claude Monet
Buccellati, orecchini ispirati alla “Tempesta sulla costa di Belle-Ile”, di Claude Monet

Andrea e Lucrezia Buccellati hanno così concepito cinque “oggetti d’arte”, ispirati da dettagli di alcuni dei grandi maestri dell’impressionismo e del post-impressionismo. Esposti accanto ai rispettivi dipinti, in mostra grazie alla Wildenstein Gallery, i pezzi unici di alta gioielleria hanno incantato il pubblico. Primi fra tutti, gli orecchini ispirati alla “Tempesta sulla costa di Belle-Ile”, di Claude Monet. La luce è catturata all’interno della superficie a nido d’ape degli orecchini in oro bianco e amplificato dalle tormaline Paraiba e dai diamanti. Una creazione che evoca la forza del mare, la bellezza di colori semplici combinati insieme e la perfezione della natura. La tipica tecnica di incisione di Buccellati, il “rigato”, e la tecnica a nido d’ape rendono perfetto un disegno superbo: 1066 i diamanti tondi taglio brillante, per un peso di 5,06 carati, e 354 tormaline Paraiba da 2,54 carati. La parte pendente può essere separata.

Buccellati, bracciale ispirato al dipinto "Light Blue See at Prout’s Neck" di Winslow Homer
Buccellati, bracciale ispirato al dipinto “Light Blue See at Prout’s Neck” di Homer Winslow

Il dipinto “Light Blue See at Prout’s Neck” di Homer Winslow ha ispirato il bracciale in oro bianco, lavorato a mano con la tecnica Tulle, che riproduce il movimento sensuale delle onde, gli spruzzi tumultuosi della schiuma bianca attraverso i diamanti. L’immensità dell’oceano viene cristallizzata in questo capolavoro da 294 diamanti tondi taglio brillante.

Buccellati, Anello ispirato alla Ragnatela di Larionov
Buccellati, Anello ispirato alla Ragnatela di Larionov

Nient’altro al mondo potrebbe adattarsi meglio alla “ragnatela” di Larionov, tela realizzata dall’artista russo a Parigi, quanto la famosa la tecnica a nido d’ape della maison Buccellati: l’oro giallo è stato magistralmente lavorato per riprodurre una trama elegante e leggera. I confini frastagliati della rete sono in oro bianco, con diamanti taglio brillante, e sulla parte superiore il ragno si impone con il suo corpo di diamante e oro inciso.

Buccellati, spilla-pendente ispirata a un dipinto di Pierre Bonnard
Buccellati, spilla-pendente ispirata a un dipinto di Pierre Bonnard

I fiori hanno sempre affascinato Buccellati e la spilla/ciondolo ispirata al dipinto di Pierre Bonnard, “Two Vases of Flowers”, mostra perfettamente come le tecniche della maison si applichino perfettamente alla rappresentazione della natura. Il ramo di mimosa,  sporgendosi fuori dal vaso nel dipinto, riacquista sorprendentemente vita nella spilla con sette fiori dai petali in oro giallo, diamanti taglio brillante. Le foglie che ricreano la forma ovale sono in oro bianco e diamanti: 302 diamanti tondi taglio brillante da 6,15 carati e 239 diamanti gialli da 2,36 carati: la spilla diventa ciondolo con una catena in oro giallo.

Gli orecchini ispirati alla "Caduta di Fetonte" di Odilon Redon
Gli orecchini ispirati alla “Caduta di Fetonte” di Odilon Redon

La forza della “caduta di Fetonte” di Odilon Redon diventa gioiello negli orecchini “volanti” lungo il lobo dell’orecchio, con un movimento verso l’alto e un design sorprendente. Interamente realizzati a mano con la tecnica del tulle, la superficie in oro giallo è ricoperta da elementi piuma con diamanti, e un gancio molto sottile tiene ben saldo l’orecchino al lobo.

“Buccellati e New York hanno una lunga storia che risale al 1951, quando mio nonno portò il marchio per la prima volta oltreoceano – dice Andrea Buccellati, presidente e direttore creativo -. Con Timeless Blue vogliamo celebrare il nostro passato guardando al futuro, con il nostro nuovo flagship store in Madison Avenue, con nuove fonti di ispirazione creativa e con l’interpretazione del marchio di Lucrezia, che è in continua evoluzione e di grande modernità. Tutte queste iniziati- ve si fondono fra loro armoniosamente e creano una nuova generazione Buccellati, anche a livello di clientela”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *