di


Bros Manifatture, in Italia la forza dei suoi marchi: inaugurato lo store Rosato a Forte dei Marmi

La società della famiglia Beleggia posiziona il 95% della sua produzione nel mercato interno. A breve il lancio della strategia estera

Un gruppo solido che riesce a piazzare il 95% della sua produzione sul mercato italiano, uno dei mercati più complessi e più difficili da esplorare degli ultimi anni: è Bros Manifatture, il cui fatturato nel 2012 un ha superato i 38,8 milioni di euro grazie alle linee jewels, argento e orologi.

Tante le iniziative portate avanti nell’ultimo biennio, tra cui l’importante acquisizione, a fine 2011, del marchio Rosato gioielli, azienda celebre per i charms in oro e in argento smaltati. Il gruppo ha così aggiunto un altro prestigioso nome al suo portafoglio marchi (Bros, Brosway Jewels, Brosway Watches, Dhiva, Officina Italia e S’Agapò). Inaugurato proprio due giorni fa un nuovo store Rosato a Forte dei Marmi – dopo quelli di Roma e Milano – alla presenza di vip del calibro di Alena Seredova e Gianluigi Buffon.

Una delle immagini della nuova campagna di Rosato Gioielli

Sempre più forte nel mercato interno, Bros Manifatture ha registrato risultati più che positivi nel 2012: buone le performance dei singoli brand, tra i quali spicca S’Agapò, che registra un +15% rispetto al 2011. Brosway riconferma il risultato positivo e un ruolo da protagonista ma annuncia contestualmente l’avvio, a breve, di strategie di posizionamento anche sui mercati esteri.

Forte l’attenzione prestata dal gruppo alla comunicazione, ma è in atto anche una nuova politica retail per l’Italia, ove oltre alle attività in shop e trunk show si darà spazio al sistema espositivo, oggi divenuto l’arma vincente di supporto alle vendite. Il dato più in controtendenza che emerge dall’outlook economico della società è che il 95% del fatturato viene attualmente generato in Italia, e fa del resto del mondo un territorio da conquistare e sul quale sono in corso di attuazione politiche di ampliamento su mercati obiettivo come Germania, Nord Europa, Russia, Francia e Stati Uniti.

“Io penso che l’Italia sia il mercato più difficile per quanto riguarda la gioielleria – ha commentato Lanfranco Beleggia, presidente della Bros Manifatture (nella foto a sinistra)- la mia visione è sempre stata quella di testare, prepararci, farci le ossa e ottenere il massimo”.

Sulla questione retail, Beleggia ha affermato: “Nel progettare negozi ci si deve avvalere di una strategia di comunicazione e visuale oltre che commerciale e funzionale che permetta di creare un’area di interazione fra venditore e clientela nuova, che lasci spazio all’informazione di prodotto e prezzo, alla chiarezza espositiva, alla comprensione della gamma di scelta, e alla comunicazione dell’identità coerente del brand”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *