di


Museo del Bijou di Casalmaggiore: “Brillanti Illusioni, omaggio a Kenneth Jay Lane”

Al suo attivo vantava già alcune importanti collaborazioni per Vogue e Dior, ma la scintilla che diede il là alla sua brillante carriera fu l’incontro con Wallis Simpson, duchessa di Windsor, che gli aprì le porte dell’high society.


La persona giusta al momento giusto, ma se il suo nome è poi entrato nell’olimpo dei creatori di bijoux più importanti al mondo (il Metropolitan Museum di NY gli ha dedicato una sala, grazie anche all’attenzione di Diana Vreeland, Direttrice di Vogue USA) lo deve alle sue doti di designer, alla sua lungimiranza, alla cultura, alla curiosità e alla perizia con cui riproduceva con materiali non preziosi i gioielli dei marchi più famosi.

Le creazioni del pluripremiato Kenneth Jay Lane sono state indossate da Jackie Kennedy, Liz Taylor, Lana Turner, Audrey Hepburn, Sofia Loren, Barbara Bush, Sarah Jessica Parker, Sofia Coppola, Brooke Shields, Beyoncè e Angelina Jolie, per citarne alcune.

A poco più di un anno dalla scomparsa del genio del costume jewelery USA, dal 22 Settembre al 4 Novembre, il Museo del Bijou di Casalmaggiore gli dedica la mostra BRILLANTI ILLUSIONI omaggio a Kenneth Jay Lane, una antologica “alfabetica” curata da una delle più apprezzate esperte di bigiotteria americana, la prof. Maria Teresa Cannizzaro, in collaborazione con la dr.ssa Fiorella Operto.


polipo - spilla - resina acrilica, strass su fusione in peltro americano placcato Hamilton gold-min

Polipo spilla in resina acrilica, strass su fusione in peltro americano placcato-Hamilton gold

spilla e orecchini deco - resi na acrilica, smalto nero e strass bianchi su fusione in peltro americano placcato rodio-min

Spilla e orecchini deco - resina acrilica, smalto nero e strass bianchi su fusione in peltro americano placcato rodio

coccodrillo verde2-min

Coccodrillo con perle


Maria Teresa Cannizzaro ha detto di lui “Quel che veramente gli piaceva creare erano gioielli fatti per durare, che potessero essere indossati per tutto l’anno, non in un solo periodo o in una sola stagione. Perciò Kenneth Jay Lane utilizzava tecniche e materiali abbastanza diversi da quelli tradizionalmente usati nella produzione della costume jewellery: raccontava quanto fosse difficile per le maestranze di Providence accontentarlo, perché magari dell’oggetto da lui disegnato non avevano colto una sfumatura impercettibile, che però, ai suoi occhi, faceva la differenza fra ciò che è statico e ciò che sembra vivo, e che già deve comparire nel modello in cera o nel prototipo scolpito nel metallo. Con la stessa cura sceglieva le pietre dei suoi bijoux, perché per lui i rubini dovevano avere lo stesso color sangue di piccione di quelli veri di Burma, gli zaffiri la stessa trasparenza di quelli di Ceylon o del Kashmir, ‘non certo l’opacità di quelli del Montana!’ Anche per le sue fusioni non ha mai utilizzato come base l’usuale white metal, ma il più resistente peltro americano (che assorbe una maggiore quantità di rodio) o di Hamilton gold a 14 karati, che permette di ottenere risultati spettacolari.


In mostra abbiamo cercato di dar conto di tutta la profondità, la ricchezza e l’ingegno racchiusi nella figura di Kenneth Jay Lane

attraverso alcuni dei suoi pezzi più famosi e iconici, insieme a quelli meno conosciuti da collezionisti e dagli appassionati, ma abbiamo voluto dare anche conto del contesto storico in cui KJL ha mosso i primi passi e a cui sempre è rimasto legato, quella Providence che, grazie a una serie di fortunate congiunture (geografiche, belliche, etniche, economiche…), ha visto letteralmente nascere la bigiotteria americana. […] “Quando negli Anni ’60 (allora lavoravo come creatore di calzature per Dior) mi venne l’idea di realizzare gioielli, non potevo certo immaginare il successo che avrei avuto“: i bijoux del fabulous fake Kenneth Jay Lane hanno acquistato e continuano a mantenere una popolarità che cresce di giorno in giorno: un pubblico sempre più vasto ha cominciato a collezionarli, sicchè le sue creazioni vanno tuttora all’asta in sedi prestigiose, a prezzi da capogiro. Amico e consigliere di donne ricche e famose, è stato definito però “il gioielliere democratico”, perchè ha reso possibile alle donne di qualunque ceto sociale di possedere gli stessi gioielli che ornano una principessa o una first lady.”

Centinaia di bijoux, messi a disposizione dall’associazione culturale Passato e Futuro di cui è presidente Maria Teresa Cannizzaro, forniranno una approfondita conoscenza di Kenneth Jay Lane attraverso un percorso fra alcune delle sue più iconiche creazioni, spille, collane, anelli e orecchini di straordinaria bellezza e lucentezza, dai colori e dai soggetti più disparati, dagli animali esotici alle mille sfumature dei fiori, dal corallo allo stile Deco, dal classicismo all’etnico, dalla piccola tartaruga all’esuberante ranocchia.

Durante il periodo della mostra sarà possibile acquistare i bijoux di KJL presso il negozio Glamour – abbigliamento & shoes – piazza Garibaldi 29 (Casalmaggiore). I proventi saranno devoluti all’associazione Il sorriso di Mietta Onlus.

Evento collaterale: venerdì 12 ottobre, Columbus Day,
ore 21,00 – “Brillanti illusioni: il talento degli italiani”, conferenza di Maria Teresa Cannizzaro e Asta silenziosa di bijoux di Kenneth Jay Lane.


stelle di mare - spille - strass policromi e bianchi su fusione in pletro americano placcato Hamilton gold-min

Stelle di mare - spille con strass policromi e bianchi su fusione in pletro americano placcato Hamilton gold

leopardo - spilla - smalti policromi e strass su fusione in peltro americano placcato Hamilton gold-min

Leopardo - spilla con smalti policromi e strass su fusione in peltro americano placcato Hamilton gold

elefante con portantina - spilla- smalti policromi e strass bianchi su fusione in peltro americano Hamilton gold-min

Elefante con portantina-spilla smalti policromi e strass bianchi su fusione in peltro americano Hamilton gold

collana con pendente decò-min

Collana con pendente decò

cavallino alato - spilla - Collezione Pennetta - resina acrilica turchese con strass su fusione in peltro americano placcato rodio-min

Cavallino alato-spilla Collezione Pennetta resina acrilica turchese con strass su fusione in peltro americano placcato rodio

anelli con pietre policrome - strass colorati su fusione in peltro americano placcato Hamilton gold-min

Anelli con pietre policrome


www.museodelbijou.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *