di


Breaking news: Gemelli

Govoni Gioielli

Classe. È forse l’espressione che meglio racconta di questi discreti accessori che nell’immaginario collettivo restano i protagonisti di raffinate serate. Hanno accompagnato l’appeal del Maestro Arturo Toscanini, di Modugno e del suo uomo in frac, dell’agente 007, sono sempre presenti alla notte degli Oscar come non mancano mai negli eventi più mondanamente ricercati; a nodo turco, snodabili, tondi o quadrati, in acciaio, con pietre colorate, in madreperla, a tema, stemmati, francesi, inglesi o americani, con chiusura a clip, con catenina, con inserti in tessuto, ad un solo bottone, in platino o in argento. Si indossano con mise eleganti o con abiti casual ma sempre rigorosamente con cravatta e orologio. Insomma, non sono mai fuori luogo, sia con abiti formali sia con giacche sportive.

Un ritorno alla grande per questi piccoli gioielli da polso escogitati a metà Ottocento per sostituire i bottoni nella chiusura dei rigidi polsini allora in voga. Sono un vezzo, un capriccio che fa tanto chic, che fa tanto dandy; alla camicia azzurra si accostano bene quelli in argento, con camicia bianca o da frac sono d’obbligo in oro bianco o giallo, in tutte le altre occasioni in cui si indossa una camicia con polsino doppio la scelta è libera purché il gioiello non prevarichi, mai. È solo una questione di classe.

Chantecler
Rovian Gioielli, Collezione “Cufflinks”: Gemelli in corallo e madreperla, oro bianco,diamanti e zaffiri
Vaid Collezione “Bon Bon”, gemelli in oro giallo con cristallo, madreperla e lapis; cristallo e lastra oro satinata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *