di


BolognaFiere: ulteriore rinvio di Cosmoprof Worldwide Bologna 2020

Strategie in continuo divenire per limitare il contagio

Il covid-19 continua a far cadere le tessere del suo smisurato domino mandando in tilt l’economia mondiale. Tra i tasselli del termometro anche gli slittamenti dei principali appuntamenti fieristici, tra questi il 53esimo Cosmoprof Worldwide Bologna, per il quale BolognaFiere Cosmoprof – a seguito dei recenti provvedimenti delle autorità italiane, in virtù dei quali sull’intero territorio nazionale slittano tutte le manifestazioni, restrizioni che interessano anche gli altri Stati europei ed extraeuropei – a tutela dell’investimento delle aziende e degli operatori dell’industria cosmetica rinvia ulteriormente la manifestazione, prevista prima a marzo e poi programmata per giugno, a settembre 2020 dal 3 al 7 per l’assenza dei necessari presupposti a svolgere le attività di business e di networking.

Dall’inizio dell’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus in Italia dello scorso 23 febbraio, stiamo monitorando costantemente la situazione, con l’obiettivo di individuare la migliore soluzione a supporto dell’industria cosmetica. Le restrizioni che interessano il nostro paese e le limitazioni degli spostamenti annunciate ora dopo ora dalle altre nazioni non creano ad oggi i necessari presupposti per le attività di business e di networking alla base di un evento fieristico internazionale come Cosmoprof. La decisione di posticipare ulteriormente la manifestazione a settembre, oltre a fondarsi su evidenti ragioni prudenziali legati all’emergenza sanitaria, è il frutto di un dialogo responsabile con le associazioni del settore e le istituzioni, con l’obiettivo comune di creare le migliori condizioni per il rilancio del comparto.” Le parole di Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere

Cosmoprof è da sempre un evento internazionale, che ogni anno richiama a Bologna oltre 265.000 operatori provenienti da 150 paesi. Oggi le misure restrittive in vigore limitano per i prossimi mesi la presenza in Italia di buyer, distributori e retailer provenienti dai principali mercati in Europa, Asia e America, e la nostra manifestazione rischia di perdere la sua linfa vitale. Oggi più che mai siamo quindi chiamati ad un’azione di responsabilità, per tutelare gli investimenti e le attività produttive delle nostre 3.000 aziende espositrici e per supportare il settore. L’appuntamento di settembre ci troverà pronti ad affiancare il comparto beauty in un percorso di rinascita, per garantire la crescita e lo sviluppo dell’industria a livello globale.” Ha affermato Enrico Zannini, Direttore Generale di BolognaFiere Cosmoprof

Risale allo scorso 24 febbraio la notizia del rinvio dell’edizione 2020 di Cosmoprof Worldwide Bologna a giugno, ma l’evolversi dell’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha reso necessario un ulteriore ripensamento del periodo di svolgimento della manifestazione. A seguito di una serie di confronti e dell’analisi delle esigenze di imprese e operatori, capiamo e condividiamo la decisione presa dal nostro partner BolognaFiere di voler riprogrammare l’evento a settembre. Mai come in questo momento fiera e industria hanno la necessità di mostrarsi unite e arrivare compatte all’appuntamento che – questo è il nostro auspicio – rappresenterà uno dei nodi cruciali della ripresa per il settore nella fase del post-Coronavirus. Cosmetica Italia ancora di più incarnerà, nell’immediato futuro, i valori di rappresentanza di un comparto chiave per il sistema Paese e fiore all’occhiello del Made in Italy. Anche per questo sarebbe un successo veder riconfermata la presenza delle nostre imprese a questa straordinaria edizione settembrina della più importante manifestazione al mondo per il settore della bellezza”. La dichiarazione di Renato Ancorotti, Presidente di Cosmetica Italia

www.cosmoprof.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *