di


Bijorhca Septembre 2016. Una chiusura tra riflessioni e novità

Le novità ci sono state e i nuovi trends della prossima stagione, presentati da Elizabeth Leriche, hanno mostrato tutta la loro varietà.

 

bijorhca_sept_2016

Si è da qualche giorno conclusa l’edizione settembrina di Bijorhca Paris. Il pubblico è stato accolto da 475 espositori (150 settore gioielleria, 250 marchi di bijoutteria e 75 aziende di forniture esposte nella sezione Elements) di cui il 53% internazionali.

L’area dei nuovi espositori si è arricchita di tanti nuovi brand, ma tutto ciò non ha aiutato l’incremento dei visitatori, sicuramente influenzati dai recenti fatti di cronaca accaduti in Francia.

Per favorire le richieste di un mercato in trasformazione, si sono mostrate tante altre esigenze da parte degli espositori che vorrebbero ottenere delle risposte più attente e mirate rispetto alla domanda. Questa esigenza è stata propizia per Bijorhca per mettere a disposizione delle aziende e degli ospiti un servizio di Personal Shopper, figura di collegamento tra i professionisti ed il business, in grado di predisporre visite selezionate secondo le proprie aspettative.

Aude Leperre
Aude Leperre

Grandi novità invece per il sistema organizzativo: cambio alla direzione della fiera sin dalla prossima edizione, Aude Leperre sostituisce Richard Martin. Con un bagaglio professionale di oltre dieci anni, tra le file di Reed Exhibition France, Madame Leperre annuncia subito che sotto la sua guida “il Salon Bijorhca dovrà riflettere sulle mutazioni profonde che il mercato sta attraversando e dovrà adattarsi alle nuove esigenze professionali del settore”.

Insomma, anche a Parigi si attendono cambiamenti ed adeguamenti del sistema fiera e per iniziare a conoscerne occorrerà attendere l’edizione di gennaio, da 20 al 23 alle Porte de Versailles.

www.bijorhca.com

bijorhca_gennaio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA