di


Berì, quando il teatro diventa un gioiello

“Tra il vulcano ed il mare vi è un paesino, Sant’Agata li Battiati. Qui nascono i gioielli BeRì”, concepiti da Rita di Raimondo, titolare della sicilianissima ETEREA, nel suo laboratorio posto alle pendici dell’Etna, tra  profumi di zagare ed il cobalto aristocratico del mare.

La Collezione “U’ Teatrin – quando il teatro diventa un gioiello” è tra le sue ultime ideazioni, una rappresentazione sintetica dei più famosi personaggi che da sempre animano la scena dell’Opera dei Pupi.

1
Ecco allora Angelica, Rinaldo ed Orlando, finemente cesellati in puro cotto siciliano e dipinti a mano con scupolosa dovizia di particolari, rifiniti con un’immancabile icona in argento della Trinacria nella versione ad orecchini. Gioielli unici, assolutamente inimitabili perchè intrisi di un passato illustre che può essere narrato solo da chi in quelle terre vive e ne conosce ardori, passione e poesia.

2
Sono istantanee di una preziosa realtà della nostra cultura, iscritta nel 2008 dall’UNESCO tra i Patrimoni Orali ed Immateriali dell’Umanità.
La Femminilità indossa il mito, con ETEREA i Pupi siciliani diventano  gioielli modernissimi, dedicati alla donna che voglia adornarsi di creazioni inusuali e versatili.

www.gioielliberi.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *