di


Baume&Mercier all’Università di Bologna per l’orologio del futuro

Si è concluso il Luxury Wrist Watch Design Contest con un gruppo vincitore e quattro menzioni d’onore agli studenti partecipanti

Baume e unibo_01

(Alcuni modelli della Linea Essentia con cui Tatjana Genovese, Vittorio Golini, Giorgia Rossi, Micaela Sartori e Brian Scalini hanno vinto il Luxury Wrist Watch Design Contest di Baume&Mercier) 

Baume & Mercier premia la creatività progettuale degli studenti dell’Università di Bologna proclamando i vincitori del Luxury Wrist Watch Design Contest: assegnate quattro menzioni d’onore, oltre alla proclamazione dell’idea vincente per un ipotetico orologio del futuro. Scenario della chiusura del contest, ReUnion, il primo raduno mondiale dei laureati dell’Università di Bologna, in cui si sono incontrate la tradizione dell’orologeria svizzera di lusso e quella dei saperi del più antico ateneo del mondo occidentale.

REUNION 2015

Dei 50 migliori studenti iscritti ai Corsi di Laurea in Design del prodotto industriale e in Culture e tecniche della moda dell’Università di Bologna – selezionati dai coordinatori Flaviano Celaschi e Federica Muzzarelli per sfidarsi nel concorso di ricerca progettuale e concepire un nuovo orologio da polso sotto l’egida di Baume & Mercierventi sono stati i premiati. Tre i mesi di co-progettazione, cinque i docenti tutor dalle competenze multidisciplinari, dodici i gruppi che hanno elaborato 24 progetti, uno perfettamente in sintonia con la tradizione della Maison, un secondo libero da riferimenti di insieme o di dettaglio derivati dai prodotti storici della stessa.

REUNION 2015

La giuria, composta dal product management e dal direttore dello Studio Design di Baume & Mercier, Alexandre Peraldi, insieme ai coordinatori dei due Corsi di Studi coinvolti, ha assegnato quattro menzioni d’onore a progetti risultati meritevoli per aver risposto ai criteri di selezione ispirati al DNA della Marca: stile sobrio ed elegante che da sempre contraddistingue le creazioni ginevrine e forte identità storica della casa orologiera quale valore inestimabile.

Baume e unibo_03

(Altre immagini della Linea Essentia)

Sono stati premiati all’unanimità Tatjana Genovese, Vittorio Golini, Giorgia Rossi, Micaela Sartori e Brian Scalini per aver interpretato al meglio la sfida progettuale proposta da Baume & Mercier con il loro Essentia 10543: ispirato alla linea Classima, il modello tramite gli indicatori intagliati e il fondo cassa in vetro zaffiro permette di intravedere i meccanismi precisi e preziosi che connotano i segnatempo Baume & Mercier. “Il nuovo lusso non è più un oggetto, ma la persona – così si legge nella spiegazione con  cui i vincitori hanno accompagnato il progetto – è uno stile di vita, è la possibilità di scegliere il meglio senza ostentarlo. In un mondo in cui tutto è di serie, l’artigianato conferisce un carattere di unicità agli oggetti”.

Baume e unibo_02

“I vincitori hanno saputo comprendere il contesto aziendale, esplorare le opportunità strategiche che offre e tradurle al meglio nel concept, coerentemente ai temi proposti. Non ultimo, hanno saputo connotare stilisticamente il loro prodotto con una notevole carica innovativa, pur sposando elegantemente i canoni della Maison”: questa la motivazione con cui la giuria ha conferito il premio per il progetto di orologio dal lusso contemporaneo, per celebrare i momenti dei primi successi sociali, e capace di integrare qualità contemporaneamente maschili e femminili.

Ma non è tutto: venerdì 26 giugno i vincitori si recheranno a Ginevra per visitare l’Head Quarter di Baume & Mercier diventando così “testimonial” di una tra le più antiche Maison d’horlogerie.

Baume e unibo_04


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale