di


Baselworld 2014, inizia il countdown: 20mila persone impegnate nell’allestimento

Al via il 10 febbraio la realizzazione del piano logistico per ‘costruire’ la cittadina che per otto giorni ospiterà il salone dell’orologeria e della gioielleria

Ha preso il via da 10 giorni il grande progetto logistico per allestire l’edizione 2014 di Baseworld, uno dei più grandi e complessi della Svizzera: per le prossime cinque settimane, nella città di Basilea e nell’area circostante si svolgeranno le operazioni di allestimento del Salone – che inaugurerà il 27 marzo – che prevedono l’arrivo di 7mila autoarticolati e l’impiego di circa 20mila addetti. Durante le otto giornate di Baselworld  verrà consegnato materiale proveniente da tutta Europa per realizzare i pavillon fieristici.

Per affrontare al meglio l’allestimento dell’evento occorre una pianificazione logistica ben studiata: nei padiglioni di MCH Group, nell’arco di sei settimane e con la collaborazione di migliaia di addetti, verrà allestita una vera e propria cittadina con edifici a più piani. Complesso il piano logistico della società: i colli che giungeranno da tutta Europa e, in parte, anche da oltre oceano, saranno trasportati nel luogo finale di destinazione in centro città in base a un piano dettagliatissimo.

Sono necessarie centinaia di migliaia di tonnellate di acciaio, legno, plastica, vetro, cavi e altro materiale per allestire questa “cittadina nei padiglioni”. I camion in attesa in appositi spazi situati fuori dalla città saranno chiamati via radio e raggiungeranno poi, percorrendo tragitti prestabiliti, l’area fieristica dove saranno scaricati in brevissimo tempo. Il piano è stato stilato con una precisione che spacca il minuto. Già solo un minimo ritardo di un singolo camion può comportare un ritardo non più recuperabile nell’allestimento di Baselworld.

All’operazione lavorano contemporaneamente, durante sei settimane, migliaia di addetti ed esperti dei settori più disparati. Specialisti di costruzioni in acciaio, elettricisti, installatori idrosanitari, specialisti di statica edile, architetti, imbianchini, falegnami, posatori di tappeti, decoratori, ingegneri di impianti d’illuminazione, informatici, autisti – per citarne solo alcuni – raggiungono, tutti gli anni, la città svizzera sulle rive del Reno da tutta la Svizzera e da tutta Europa.

Al termine del loro lavoro, 1400 espositori saranno pronti a presentare al mondo le anteprime delle loro novità di gioielleria,orologeria, pietre preziose e macchinari. Attesi circa 150mila visitatori che avranno tempo fino al 3 aprile per il loro business. Il Salone sarà inaugurato dal consigliere Ueli Maurer, capo del Dipartimento DDPS, il 27 marzo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *