di


Bandi Ue, Torre del Greco si candida a capitale del corallo e del cammeo

Il sindaco Ciro Borriello va avanti nella valutazione dei progetti di finanziamento europei 2014-2020 per valorizzare le produzioni tipiche del territorio

artigiano 3

Corallo e cammeo sono da secoli tipicità che hanno esportato il nome della città campana di Torre del Greco in tutto il mondo. Proprio per valorizzare queste attività sono allo studio i possibili utilizzi dei Finanziamenti europei 2014-2020. I progetti sono stati presentati dal sindaco di Torre del Greco Ciro Borriello e l’assessore con delega ai Finanziamenti europei 2014-2020, Romina Stilo, che hanno incontrato a Napoli l’assessore regionale ai Fondi europei Serena Angioli: all’incontro hanno partecipato anche gli amministratori di altre tre città (Cava de’ Tirreni, Giugliano in Campania e Pozzuoli) beneficiarie dei finanziamenti legati al programma di interventi Più Europa.

La città torrese sarà infatti candidata per un nuovo progetto da realizzare sempre con risorse messe a disposizione della Comunità europea, volto alla valorizzazione delle proprie peculiarità artigianali e imprenditoriali, in particolare il corallo e il cammeo. “In quella sede – fa presente Ciro Borriello – l’assessore Angioli ha voluto citare Torre del Greco come Comune che al momento vanta una delle migliori situazioni legate ai cantieri avviati grazie a Più Europa. L’incontro è stato promosso dalla Regione Campania e dall’Anci proprio per valutare lo stato dell’arte dei progetti approvati nell’ambito degli interventi del programma Più Europa. In quella sede sono stati invitati i Comuni risultati al momento più ‘virtuosi’. E tra questi la nostra città è stata indicata come esempio ancora più positivo rispetto alle altre”.

Nell’incontro avvenuto a Napoli si sono gettate dunque le basi per valutare le possibili indicazioni legate ai prossimi finanziamenti europei. Il Comune di Torre del Greco ha lanciato l’idea di puntare alla valorizzazione delle produzioni tipiche, a partire dal corallo e dal cammeo: “Una proposta – sottolinea l’assessore Stilo – che è stata subito accolta in maniera entusiastica dall’assessore regionale Angioli, che ha addirittura lanciato l’idea di fare di Torre del Greco la capitale continentale del corallo e del cammeo. Proposta che, sempre secondo quanto evidenziato dall’assessore Angioli, presto sarà portata dalla Regione Campania all’attenzione dei responsabili dei finanziamenti comunitari a Bruxelles”.

Convegno_Tommaso_Mazza“Ci si muove nella direzione giusta – commenta Tommaso Mazza, presidente di Assocoral, l’Associazione produttori Coralli, Cammei e Gioielli di Torre del Greco (in foto a sinistra) -. Tutto quello che viene proposto e portato avanti per valorizzare il territorio è da incoraggiare e supportare. Torre del Greco è storicamente la patria della lavorazione del corallo e del cammeo e utilizzare i fondi europei per potenziare questa mission trova senza dubbio il nostro plauso”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *