di


Banca Etruria lancia il “Conto Oro”

Francesco Bernardini

Un conto corrente in once finanziarie e non in euro: è “Conto Oro”, la soluzione ideata da Banca Etruria per le aziende, ma che può essere utilizzata anche da privati.
È sempre di un conto corrente in valuta, ma l’unità di misura è espressa in once di oro finanziario. Uno strumento flessibile che copre dal rischio di oscillazioni del prezzo del metallo. A spiegarci come funziona è Francesco Bernardini del Servizio Oro di Banca Etruria.

Dott. Bernardini, ci spiega di cosa si tratta?
“Il conto in oro finanziario (anche Conto Oro) è un particolare conto corrente la cui unità di misura è espressa in once di oro finanziario o anche detto ‘cartaceo’: praticamente si avrà una giacenza in once di oro.

Una volta aperto, come funziona?
“Con il termine ‘alimentazione del Conto Oro’ si intende l’acquisto di oro finanziario, ovvero l’operazione mediante la quale il cliente immette once di oro finanziario nel Conto Oro dando disposizione di addebito su un conto euro o di altra valuta. Con il termine ‘disalimentazione del Conto Oro’ si intende la vendita di oro finanziario, ovvero l’operazione mediante la quale il cliente cede once di oro finanziario dal Conto Oro accreditando il ricavato su un conto euro o di altra valuta.

Qual è il vantaggio?
“Il cliente ha la discrezionalità di regolare l’operazione in qualunque valuta di conto purché detenuto presso il nostro Istituto: il Conto Oro va infatti assistito da un conto in altra valuta su cui regolare gli addebiti/accrediti relativi alla negoziazione delle once di oro finanziario. Essendo in sostanza uguale ad un qualsiasi conto corrente, il suo saldo rappresenta un debito della banca ed un credito del correntista. Per ragioni di natura fiscale, è contrattualmente previsto che il conto non possa essere  movimentato con oro fisico, né per versamenti né per prelievi.

Perché un’azienda o un privato dovrebbero scegliere il Conto Oro?
“Ha molteplici utilizzi,: oltre ad essere un valido strumento di investimento alternativo, consente alle aziende una gestione dinamica della provvista di metallo a fronte di mutevoli necessità di disporre della materia prima per la produzione o per il magazzino ai fini della commercializzazione (hedging). Gli operatori non residenti possono effettuare transazioni in oro cartaceo, da utilizzare poi presso Banca Etruria per disporre di oro fisico da consegnare in conto lavorazione ad aziende italiane. Può inoltre essere utilizzato come strumento di servizio per altri prodotti in oro finanziario offerti da Banca Etruria, come ad esempio il mutuo in oro”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *