di


Aumenti ingiustificati

jewelry store indoors
Ultimamente in Orologeria gli aumenti di listino sono piuttosto ricorrenti, e questo è ciò di cui si lamentano clienti e appassionati.

Non è così facile, per noi addetti ai lavori in prima linea, dare loro delle giustificazioni e, per di più, essere convincenti. Quest’anno da inizio gennaio ad oggi, causa il tracollo del franco svizzero, tutti i listini, indistintamente, sono lievitati dal 5 al 7 %, e non è finita qui dato che qualcuno ha già annunciato un secondo aumento stimato sul 5 % entro Maggio.

Spiegarlo sembrerebbe più facile che in altri momenti, non si parla che del cambio della moneta elvetica, ma in generale la gente si lamenta perché reputa, a prescindere, che i prezzi degli orologi da alcuni anni siano troppo costosi rispetto a ciò che sono.

In effetti alcune marche, spesso nello scegliere il posizionamento per fascia di prezzo, sbagliano, sebbene sappiano che a parità di caratteristiche con altre maison scelgono di essere più care.

Un effetto questa politica sui prezzi al rialzo – a conferma della sensazione provata dalla clientela -, lo ha sortito: la decisa crescita del mercato dell’usato, che si è dimostrato un ottimo sostituto per soddisfare l’immutata passione di tanta gente. Del resto si dice da sempre che gli orologi di buona qualità non invecchiano come capita agli esseri umani… ed è quindi facile risparmiare comprando grandi marche perfettamente funzionanti, con garanzia ed in ottimo stato.

Aumentare i prezzi nel nostro paese dove, note scelte politiche che tanto hanno contribuito alla frenata sui consumi, non depone a favore della clientela interna, che è letteralmente fuggita in paesi più benevoli verso gente disposta a spendere e quindi a far girare le economie.

Per ora ancora tiene quella straniera agevolata dai benefici fiscali legati al rimborso dell’IVA, ma anche costoro iniziano a fare paragoni con il proprio mercato nel quale i listini al contrario… si abbassano.

Altro fattore deleterio per la categoria sono gli sconti, oggi più evidenti che in passato. Tutti siamo più benevoli ad applicarli per compensare le mancate vendite dovute a quanto sopraesposto, ma ciò alla lunga non premia, avvantaggia alcuni, danneggia altri, ed in generale non rende lustro ad un lavoro di alto di gamma come si conviene.

Per giustificare in parte gli aumenti posso affermare che per continuare a produrre Orologi di alta qualità, mantenendo standard di eccellenza, i costi ci sono ed è normale e che lievitino è fisiologico ma… alle volte su alcuni modelli da anni in produzione, con o senza complicazioni, la cosa non si giustifica un granché.

Dunque, come sempre riflettere è l’esercizio migliore, così come ascoltare e anche leggere quanto scriviamo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *