di


Asta per Braccialini, ecco le offerte arrivate

Il 2017 sarà decisivo per l’azienda di pelletteria per la quale il 27 dicembre sono state presentate diverse offerte da aprire dopo il via libera del Tribunale di Firenze

braccialini_boutique-compressor

Qualcuno fa il nome di tre pretendenti, qualcuno di sei, per l’acquisizione del lotto 1 dell’azienda di pelletteria Braccialini, non ancora ufficialmente ammessa al concordato preventivo e in attesa del via libera da parte del Tribunale di Firenze. Intanto, l’asta del 27 dicembre ha attirato diversi pretendenti: tre, secondo MFFashion, cioè Graziella group (che aveva già presentato un’offerta irrevocabile lo scorso 27 ottobre e su cui è basato il valore d’asta del primo dei sei lotti in cui è stata divisa la cessione della società fiorentina); il gruppo di distribuzione Cami e una terza su cui vige stretto riserbo. Sei, invece, sarebbero i pretendenti secondo Il Sole 24 Ore: oltre ai tre già indicati, ci sarebbero anche Alinkas holding; Giglio Fashion e Le Sac.

Le buste dei pretendenti potranno essere aperte dal commissario giudiziale Silvia Cecconi solo dopo il via libera del Tribunale di Firenze al concordato preventivo e riguardano il lotto 1 (il ramo d’azienda, esclusi debiti e crediti, con i marchi Braccialini e Tua; i quattro negozi monomarca di Roma, Parigi, Milano e Firenze; e almeno 52 dipendenti sui 122 a tempo indeterminato rimasti in azienda). Se la vendita dovesse concludersi entro il 10 gennaio 2017, come auspica il presidente di Braccialini, sarà assicurata la mobilità ai dipendenti non rilevati dalla nuova proprietà.

Secondo quanto riportato da MFFashion, il foro fiorentino, valutate le offerte vincolanti ricevute con la gara scaduta martedì scorso, potrebbe fare un’aggiudicazione preventiva dell’azienda già a gennaio, dando qualche giorno per la possibilità di rilancio a nuovi soggetti. Successivamente potrebbe esserci poi l’ammissione alla procedura vera e propria.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *