di


Assocoral, Mazza: “A Torre del Greco focus internazionale sullo sfruttamento sostenibile delle risorse”

A ottobre una due giorni con ospiti da tutto il mondo. Di ritorno dall’Expo, il presidente traccia un bilancio dell’attività e segnala un lieve ottimismo

Tommaso-Mazza

È di ritorno dall’EXPO Milano Tommaso Mazza, dove l’Associazione che presiede, l’Assocoral – che riunisce i produttori di corallo, cammei e gioielli di Torre del Greco, ha presentato la lavorazione dal vivo  eseguita dall’incisore Giovanni Ventresca. Uno spettacolo tra arte, cibo e musica che ha visto anche la proiezione, nel corso della serata milanese, di un video descrittivo dell’arte che da secoli si tramanda nella città in provincia di Napoli.

Presidente Mazza, può farci un bilancio della presenza di Assocoral all’Expo?
Siamo molto soddisfatti. Abbiamo lavorato molto per legare il tema del corallo a quello dell’Expo e ci siamo riusciti. Oltre a illustri ospiti di settore, come il presidente dell’Associazione orafa lombarda Andrea Sangalli, il presidente del Club degli Orafi Augusto Ungarelli, e personaggi dello spettacolo come l’attore Francesco Paolantoni, ospite d’onore di Assocoral, il pubblico è rimasto letteralmente incantato. In fondo, tutti conoscono il gioiello con corallo e cammei. Ma il modo in cui viene creato, la maestria necessaria a realizzarlo, beh… È stata una grande emozione, per i presenti.

Si tratta di un evento da ripetere?
Ci stiamo lavorando. Dovremmo tornare a Expo dopo l’estate, sempre con il supporto della Regione Campania. L’esposizione universale è una vetrina eccezionale, in grado di intercettare un numero di persone notevole. Torneremo con la lavorazione dal vivo, ma non escludiamo qualche altra sorpresa.

Ventresca

(La performance dal vivo dell’incisore Giovanni Ventresca a Expo Milano)

Manca poco alla pausa estiva. A settembre si ricomincia con le fiere del periodo più importante dell’anno per il settore, quello di Natale. Quali sono le aspettative del comparto?
Ci sono timidi segnali di ripresa. Il banco di prova per eccellenza saranno le fiere di settembre e ottobre, quando verranno fatti gli ordini per le festività di fine anno. L’aspettativa c’è. Il mercato interno soffre ancora, ma nutriamo profonda fiducia verso le aperture del governo in merito alla soglia dei contanti: sarebbe sicuramente un aiuto concreto per far muovere il comparto.

Il 2015 è iniziato con il successo della mostra internazionale “Seduzione senza tempo, il corallo tra memoria e modernità”. Un’esposizione che esplora il mondo del corallo nelle sue intersecazioni con la moda, con la fotografia e naturalmente con il gioiello. Dove si trova la mostra ora?
Siamo in Giappone, dopo Kyoto sarà la volta di Kobe. Un viaggio straordinario che entro fine anno dovrebbe tornare in Italia per proseguire il suo tour. Il progetto, a cura di Cristina Del Mare, valorizza le affascinanti connessioni tra moda e gioiello, tra preziose manifatture orafe che hanno dato vanto e identità storica alla città di Torre del Greco, e le sorprendenti interpretazioni di questi preziosi materiali nell’haute couture internazionale: da Valentino a Gattinoni, da Sarli a Marella Ferrera, da Mario Valentino ad Alexander McQueen.

A quali altre iniziative si sta preparando Assocoral?
A inizio ottobre avremo un importante convegno di due giorni a Torre del Greco. L’Assocoral è da sempre impegnata nello sfruttamento sostenibile della risorsa e questo incontro metterà a confronto gli attori più importanti da questo punto di vista, come il GFCM, la Commissione generale della pesca per il Mediterraneo, ma anche interlocutori di paesi come il Giappone, presente con la Japan Fishery Agency, e la Cina. Altri rappresentanti del settore da Algeria, Marocco, Tunisia, Spagna parleranno delle singole realtà nazionali. Insomma, un appuntamento cruciale per proseguire sul percorso tracciato da tempo, quello della preservazione del corallo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *