di


Associazione torinese gioiellieri, una croce in oro e ametiste per il Papa in visita alla Sacra Sindone

Una preziosa croce in oro con targhe in oro incise e ametiste: è l’originale dono che l’associazione provinciale torinese gioiellieri ha voluto offrire al Santo Padre Benedetto XVI, in occasione della visita a Torino per l’ostensione della Sacra Sindone, domenica 2 maggio 2010.

L’associazione territoriale torinese afferente a Federdettaglianti-Confcommercio ha voluto così rendere ancora più memorabile la visita del Papa nella città protagonista dell’ostensione della Santa Sindone, che quest’anno è stata esposta pubblicamente dal 10 aprile (e lo sarà fino al 23 maggio).

«Al centro della Croce – spiega Gianpiero Monticone, presidente dell’Associazione Provinciale Torinese Gioiellieri, orafi, orologiai, argentieri (nella foto a destra) – ci è parso doveroso e strettamente legato al significato della visita papale raffigurare l’immagine sindonica del Santo Volto, sotto cui spicca il messaggio lanciato per l’Ostensione 2010 ‘Passio Christi – Passio Hominis’. Alle estremità dei bracci, orizzontale e verticale, abbiamo voluto rappresentare i luoghi simbolo della devozione e della speranza dei torinesi: il Duomo, la Consolata, Maria Ausiliatrice e la nuova Chiesa del Santo Volto, attuale sede della Curia, voluta dall’Arcivescovo, Sua Eminenza Cardinale Severino Poletto».

La croce è stata eseguita in oro e argento su disegno originale, le targhe in oro sono finemente incise a mano. Sotto il Santo Volto il messaggio del Cardinale Severino Poletto, Arcivescovo di Torino. Le ametiste, appositamente tagliate, sono incassate su oro ed inserite in una scacchiera traforata.

Le dimensioni della Croce sono cm. 8.8 x 11.30. Il peso è di 121 grammi ed il peso della catena, in vermeil di 90 centimetri, è di 83.5 grammi. L’anello di scorrimento della catena simboleggia due delle virtù teologali: l’ancora della speranza e il cuore della carità che sorreggono la croce simbolo della fede.

Il Duomo di Torino, la Consolata, Maria Ausiliatrice e il Santo Volto, con la nuova parrocchia, sede della Curia, voluta dall’Arcivescovo Sua Eminenza Cardinale Severino Poletto, sono stati raffigurati perché luoghi particolarmente significativi di devozione dei Torinesi.

Nella foto d’apertura, la croce donata al Santo Padre.

In alto a sinistra, l’incisione sul retro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *