di


Arezzo Fiere e Congressi sbarca in Oriente con gioielli e…cappelli

In Cina la mostra Golden Hat_Titude: in vetrina 16 esclusivi Borsalino impreziositi da creazioni dei maestri orafi aretini

Sedici cappelli esclusivi creati dalla celebre maison Borsalino e interpretati da altrettanti orafi aretini, per una collezione unica nel suo genere: è  Golden Hat_Titude, la mostra evento allestita da Arezzo Fiere e Congressi che sbarca in Oriente grazie a un accordo stipulato con lo Shenzhen Yuehao Jewelry Co. Ltd – fondamentale trait d’union con mercati come Cina, Indonesia, Giappone e Turchia – e il suo responsabile, Tanya Chan, presente all’ultima edizione di OroArezzo.

“Quello di Gold Up e di Golden Hat_Titude – dichiara Raul Barbieri, Direttore di Arezzo Fiere e Congressi (nella foto a sinistra) – è stato un investimento che ha dato e continua a dare i suoi frutti. Le nostre mostre sono richieste nel mondo e portano un valore aggiunto anche dal punto di vista strettamente culturale. Una volta di più Arezzo Fiere e Congressi si fa portatore di elementi di straordinario appeal che fanno da contorno alla creatività e al know-how riconosciuto delle nostre aziende”.

In visita alla 34esima edizione di OroArezzo, il responsabile di uno dei principali player commerciali del settore orafo cinese, Tanya Chan, ha infatti siglato un accordo con il polo fieristico aretino per portare il glamour Made in Italy in Oriente. La mostra Golden Hat_Titude, infatti, sarà uno dei momenti centrali della rassegna di eventi organizzati dallo Shenzhen Yuehao Jewelry. 

“I mercati asiatici seguono con particolare attenzione e interesse il mercato dell’oreficeria italiana – ha spiegato Tanya Chan – in quanto portatore di valori importanti come stile, creatività e attenzione ai dettagli. Anche e soprattutto per questo riteniamo fondamentale aggiungere, nel corso di questi incontri, un quid di eleganza e cultura che possa avere un’ulteriore funzione attrattiva per i nostri clienti”.

E se due anni fa Shenzhen era stata teatro di Gold Up, la mostra che vedeva coinvolte 16 star dell’alta moda nazionale, sarà ora la volta di Golden Hat_Titude a sbarcare in Oriente con i 16 esclusivi cappelli Borsalino ulteriormente impreziositi da 16 creazioni dei maestri orafi aretini.

“Arricchire la proposta delle aziende orafe con eventi speciali – ha precisato Tanya Chan – significa creare un mood particolarmente suggestivo che coinvolge i compratori, con effetti positivi sugli acquisti. Noi abbiamo tra le 500 e le 800 aziende dall’Italia e oltre 1.000 potenziali acquirenti; il che significa creare delle situazioni di grande appeal sul versante business, con un ritorno importante dal punto di vista economico. Proporre un evento come quello legato a un’icona del calibro di Borsalino determina uno standard elevatissimo, base essenziale per mantenere alta l’immagine del Made in Italy”.

Dopo Shenzhen la mostra si sposterà, sempre su iniziativa della Shenzhen Yuehao Jewelry Co. Ltd, nelle prestigiose piazze di Pechino e Nanchino.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *