di


Arezzo Fiere, dubbi sulla cessione a IEG: il 25 gennaio l’Assemblea dei soci

Oroarezzo-min


Resta complessa la vicenda relativa al futuro delle manifestazioni orafe di Arezzo Fiere, dopo le dimissioni, a metà dicembre, di 3 membri del Consiglio di amministrazione sui 5 totali. Oggetto del contendere, i dissidi tra i soci – ad oggi Regione Toscana (circa 40%), Camera di Commercio di Arezzo (circa 20%), Comune di Arezzo (circa 11%), Provincia di Arezzo (circa 12%), banche e associazioni (circa 17%) – sulla gestione delle rassegne orafe in seguito all’accordo con Italian Exhibition Group siglato nel 2017 e, più in generale, le perdite di esercizio della società con i relativi debiti. Negli ultimi mesi, la vicenda è stata tenuta in piedi, in particolare, da un lungo botta e risposta tra il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e Andrea Boldi, presidente del Cda (oggi unico rimasto in Consiglio insieme al vice Elio Vitali, in quota Regione).

Il 24 dicembre, infatti, Boldi ha convocato il Cda per il giorno 29 per discutere la “proposta irrevocabile di esercizio immediato dell’opzione di trasferimento delle manifestazioni orafe da parte di Italian Exibition Group SpA”, che ha già in gestione le rassegne Oroarezzo e Gold Italy dal 2017.

Andiamo con ordine: in cosa consiste questa proposta irrevocabile? Come riporta “la Nazione”, che fa riferimento a una nota ufficiale della Camera di Commercio, si tratta di un documento di 15 pagine – pervenuto ai soci solo nella serata del 28 dicembre – che prevede una “cessione definitiva a 5,2 milioni, pagabili in cinque anni, e con ulteriori capitoli per affitto del Palaffari, personale e servizi da altri 5 milioni fino al 2032”. Per l’affitto del Palaffari, nello specifico, Ieg pagherebbe 600mila euro forfettari da qui al 2021, ai quali vanno aggiunti 180mila euro per i servizi.

In sostanza, si tratta di una anticipazione dell’opzione di acquisto esercitabile fino al 2021, come previsto dall’intesa sottoscritta nel 2017. Dal canto suo, Ieg si è dichiarata sorpresa per le accese reazioni  – come riporta sempre il giornale fiorentino – ma resta aperta a un confronto.

Ad ogni modo, nel ricostruire gli ultimi tasselli della vicenza il sindaco di Arezzo Ghinelli ha fatto sapere che i soci pubblici si sono riuniti il giorno 27 per dare l’altolà al presidente Boldi, con l’emanazione di un documento che in sostanza diffida il Consiglio di Amministrazione di Arezzo Fiere e Congressi “dall’assumere qualsiasi deliberazione circa il punto sopra ricordato (diritto di opzione). Il giorno successivo, 28 dicembre, la Regione emette a firma dello stesso Presidente Rossi – ricorda sempre Ghinelli – una comunicazione al CdA di Arezzo Fiere con la quale in sostanza dà alla residua parte del CdA di Arezzo Fiere l’altolà circa la discussione dello stesso argomento, chiedendo invece la convocazione dell’assemblea dei soci per reintegrare i consiglieri dimissionari, e indicando invece lo stesso CdA, una volta nel pieno delle sue funzioni, quale organo deputato alla discussione e deliberazione circa il diritto di opzione”.


Arezzo Fiere sarebbe pronta a vendere, ma nella compagine dei soci c’è una forte spaccatura


Ricapitolando, Arezzo Fiere sarebbe pronta a vendere, ma nella compagine dei soci c’è una forte spaccatura: la Regione sembra orientata al sì, mentre Comune e Provincia propendono più per il no. L’ago della bilancia, dunque, sembra essere in mano alla Camera di Commercio, che si riserva una riflessione entro il 25 gennaio, data in cui dovrebbe tenersi l’assemblea dei soci.

Il neopresidente Massimo Guasconi – la cui nomina segue la nascita, a novembre, della nuova Camera di Commercio di Arezzo-Siena – si è detto intenzionato a “capire e approfondire” quello che lui stesso definisce “un fulmine a ciel sereno”. Fino alla data dell’assemblea, la Camera di Commercio prende così tempo, volendo sondare le opinioni degli operatori e anche quella di Ieg, con cui eventualmente rimodulare la proposta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA