di


Arezzo, al via il Corso per Tecnico superiore delle Lavorazioni Artistiche Orafe

Scadono il 21 gennaio i termini per iscriversi: le lezioni si svolgeranno nell’Istituto Orafo del “Margaritone”. Venti i posti disponibili, inizio il 29 gennaio

margaritone-di-arezzo

Un approccio  tecnologico innovativo nel rispetto degli standard estetici, di sicurezza e qualità nella progettazione e prototipazione di gioielli, per promuovere il design e la creatività come principale leva competitiva del distretto orafo-argentiero: è quanto raggiungeranno i 20 iscritti al corso per Tecnico superiore delle Lavorazioni Artistiche Orafe a breve al via ad ArezzoScadono il 21 gennaio i termini per iscriversi: le lezioni si svolgeranno nell’Istituto Orafo che fa parte dell’Istruzione Superiore “Margaritone” della città toscana.

Il Diploma verrà rilasciato a fine corso, prevista per il 30 giugno 2017. A selezionare gli allievi, la Fondazione ITS Turismo Arte e Beni Culturali (TAB): il bando è disponibile sul sito www.fondazionetab.it. Il corso durerà complessivamente 2000 ore, di cui 1200 ore teorico-pratiche e 800 ore di stage in azienda, ripartite in semestri con obbligo di frequenza. Il calendario formativo prevede prevalentemente lezioni pomeridiane, organizzate in 5 ore giornaliere, con attività d’aula e di laboratori, dal lunedì al venerdì. Le attività di stage, previste presso le aziende del settore, si articoleranno in 8 ore giornaliere. Sono previste inoltre, secondo le specifiche esigenze formative, anche visite didattiche, le quali si svolgeranno secondo gli orari aziendali.

Le aree di attività e competenze coperte dal percorso formativo sono analisi e studio del gioiello da realizzare a partire dall’analisi delle tendenze di mercato, anche tenendo conto della gamma dei prodotti aziendali esistenti e dei vincoli produttivi aziendali; disegno e progettazione del gioiello attraverso i sistemi CAD a partire dal bozzetto a dall’idea dell’oggetto da realizzare; acquisizione di conoscenze e competenze nelle lavorazioni tradizionali orafe quali lo sbalzo, il cesello, la microfusione e le tecniche galvaniche in oreficeria. E ancora: modellazione e prototipazione rapida dell’oggetto attraverso l’utilizzo di sistemi CAD/CAM e Rapid Prototyping; marketing, studio dei mercati esteri, commercializzazione del Made in Italy e delle Lavorazioni Artistiche.

orafi

Destinatari del corso sono 20 soggetti residenti in Italia, in possesso di titolo di accesso al percorso ITS (diploma di scuola media superiore o diploma professionale qualora normato), con età compresa fra 18 e 30 anni (non compiuti alla data di iscrizione). Saranno considerati requisiti preferenziali la provenienza da Istituti Tecnici, da Istituti Professionali per gliIndirizzi artistici e delle produzioni artigianali e industriali, da Licei Artistici e la conoscenza di base della lingua inglese (livello di apprendimento corrispondente al livello B1 Quadro Comune Europeo), nonché conoscenze informatiche corrispondenti all’ECDL base.

La selezione, per titoli ed esami, si svolgerà il 25 gennaio 2016 alle ore 9.00, senza alcuna ulteriore convocazione, presso l’Istituto Statale di Istruzione Superiore Margaritone- Sezione Orafi -Via Golgi,n.38 – Arezzo. Consisterà in un test scritto di informatica, inglese tecnico e cultura generale; una valutazione del curriculum e un colloquio per la rilevazione delle motivazioni e dell’interesse alla figura professionale. La quota di partecipazione è di mille euro, di cui 100,00 euro al superamento della selezione. È prevista l’assegnazione di 5 Borse di studio di 2.000 euro per ciascuno dei candidati che abbiano raggiunto la valutazioni migliori all’Esame finale.

il titolo rilasciato dal Miur al termine del Corso – previo superamento dell’esame finale – è il “Diploma di Tecnico Superiore delle Lavorazioni Orafe” (V livello del Quadro europeo delle qualifiche – EQF) e consente l’acquisizione di 27 crediti universitari, di cui 9 provenienti dagli stage aziendali. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Dirigente Scolastico Roberto Santi (tel. 347 8026027 e-mail: [email protected]) o Martina Scala (tel. 333 5776616 e-mail: [email protected]).

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *