di


Archiviato il successo di gennaio, a ottobre HOMI vola in Russia

La prima edizione del nuovo concept di Fiera Milano ha chiuso con 94mila visitatori. In autunno a Mosca, in contemporanea con i Saloni Worldwide Moscow

E’ piaciuto il nuovo format di Fiera Milano: la prima edizione di HOMI ha chiuso lo scorso 22 gennaio con 94mila presenze registrate in 4 giorni e 1500 aziende in mostra. Più ampio il target dei visitatori rispetto al vecchio Macef, trovando seguito anche tra progettisti, designer e home decorator che sono stati intercettati dalle tante proposte della manifestazione. Protagonista sempre il prodotto, avvolto da un ambiente unico e speciale. Dalle Aree Welcome introduttive ai vari padiglioni, agli spazi maggiormente tematizzati, come quelli di HOMI Sperimenta, che accoglievano le proposte più innovative, o i Format Store, che raccontavano le nuove dimensioni del retail, tutto ha creato una atmosfera ideale, che aziende e operatori hanno apprezzato. Interessante lo spazio dedicato a Fashion & Jewels con un Format Store essenziale ed elegante.

Un nuovo linguaggio del bello che ha saputo entusiasmare visitatori provenienti dall’Italia e dal mondo: proprio all’estero volge ora lo sguardo la rassegna, con partnership siglate con le aziende e una forte presenza nelle manifestazioni straniere. La prima, in ordine di tempo, è a ottobre, quando dal 15 al 18 si terrà HOMI Russia presso il centro Crocus a Mosca, in contemporanea con i Saloni Worldwide Moscow, a contatto con 50mila buyer provenienti da tutto il mondo attesi durante la design week. In quell’occasione, attraverso HOMI, le aziende potranno proporre così la loro offerta in strategica complementarità con la già affermata edizione moscovita de I Saloni.

Una delle vetrine di Tuum, in mostra alla prima edizione di HOMI

Inoltre, nel 2015, HOMI sbarcherà a Singapore e negli Stati Uniti, proseguendo e ampliando sempre di più la sua attività fuori dai confini italiani. Guardare ai mercati internazionali diventa quindi una sfida a 360 gradi. Intanto, per affermare il posizionamento di HOMI, il concept e i risultati della prima edizione sono stati presentati ufficialmente attraverso due incontri con giornalisti stranieri e aziende a Parigi, a fine gennaio, e Francoforte, a inizio febbraio, introducendo così il progetto di Fiera Milano agli operatori di due piazze importanti per il mercato rappresentato dalla manifestazione.

Spazio anche alla fiera digital: oltre agli appuntamenti fisici, HOMI ha infatto dato forte impulso anche alla sua edizione online HOMI+, che porta a contatto con i buyer di tutto il mondo l’offerta dei suoi espositori. In corso dal 3 febbraio per oltre otto settimane, propone gli stand virtuali di oltre 300 tra le aziende che hanno partecipato alla prime edizione di HOMI, mettendo a disposizione un’offerta ricca e variegata a oltre 13.000 buyer, di cui 10.000 altamente profilati. Grazie a questo strumento, le relazioni costruite in manifestazione possono proseguire anche dopo gli appuntamenti della mostra fisica e nuovi incontri di affari, nati online potranno portare nuovi buyer internazionali in Italia, in visita all’edizione estiva, che si svolgerà dal 14 al 17 settembre.

I gioielli dell'azienda Della Rovere, esposti a HOMI Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *