di


Arboresque. Luce e colori sulle creazioni di Jiro Kamata

Il lavoro artistico di Jiro Kamata oggi comprende tre gruppi di lavoro visibili in mostra fino al 16 ottobre alla Galerie Birò di Monaco, in Germania.
Il lavoro con gli specchi, quello con gli occhiali da sole e ora da circa 2 anni con lenti fotografiche prese da scarti di telecamere. La struttura aperta dalla luce e dal riflesso è chiaramente visibile a tutti. Gli occhi guardano attraverso gli occhiali, o si guardano nello specchio, le lenti di vecchie macchine fotografiche registrano innumerevoli storie, del mondo che in esse si riflette. Preziosi sono, come i gioielli di Kamata.

Ai pezzi a noi già noti in bianco e nero e dalle forme severe si aggiunge il colore, misterioso. Le superfici lisce dei suoi gioielli riflettono il vetro dei toni blu, turchese e verde e ancora arancione, giallo. Sembra un film girato con l’olio sull’acqua scura per far sprofondare chi ci si sofferma in un luogo profondo, metafisico.
Questi pezzi qui proposti da Kamata sono stati ispirati da un viaggio in Messico, che è stato caratterizzato da colori e decorazioni, da arabeschi dell’architettura composti da linee intrecciate di tralci vegetali stilizzati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *