di


Apre giovedì il nuovo shopping district Scalo Milano

In un’area ex industriale a Locate di Triulzi nasce un nuovo quartiere metropolitano che mette insieme le eccellenze del Made in Italy: moda, food e design

luxury_scalomilano_rendering

Tre diverse anime del Made in Italy (Moda, food, design) riunite in un solo luogo, alle porte di Milano: verrà inaugurato questo giovedì, 27 ottobre, Scalo Milano un nuovo quartiere metropolitano integrato con il tessuto urbano. Lo shopping district pronto ad aprire i battenti è nel comune di Locate di Triulzi, è l’unico progetto italiano servito direttamente dalla rete metropolitana e ferroviaria (passante suburbano S13) che garantisce un collegamento immediato con il centro di Milano e con l’intera regione.

Un vero e proprio quartiere pronto ad accogliere circa  8 milioni di visitatori all’anno, in cui gli edifici, disposti su vie e piazze all’aperto hanno volumi ispirati alle fabbriche, simbolo di produttività e icona dell’imprenditoria milanese dell’ultimo secolo, ma vestono facciate contemporanee, con soluzioni e materiali d’avanguardia. Vetro (trasparente e colorato retro smaltato per una superficie complessiva di ben 19 mila mq), superfici riflettenti e acciaio rispecchiano lo spirito dinamico della città, giocando con i riflessi della luce naturale di giorno ed esaltando la luminosità delle vetrine di sera.

La prima fase del nuovo City Style District vede l’operatività di 130 negozi che si estendono su una superficie commerciale lorda di 30.000 mq, disposta su un unico piano (ad eccezione della Food Court, concepita come un’arena ribassata rispetto al piano strada) e affiancata da un’area verde di 130.000 mq, ceduta al Parco Agricolo Sud Milano, per la quale è stato studiato un ampio progetto di valorizzazione, con percorsi didattici e spazi fruibili per la collettività.

scalo-milano-opening

L’area dedicata alla moda e agli accessori accoglie insegne geograficamente suddivise in “aree” tematiche, pensate per facilitare il visitatore negli acquisti: “Sport & active“, con i più noti brand di abbigliamento sportivo, da Nike (che avrà all’interno del district il più ampio negozio europeo) a Converse; da Adidas a Vans, da Napapijri a Salewa; “Jeans & casual“, spaziando da Levi’s, Pepe Jeans e G-Star a Calvin Klein e Tommy Hilfiger; da Guess a Timberland; da K-way a Superga; da Swatch a O’Bag; “Contemporary & affordable luxury”, da Karl Lagerfield (in esclusiva assoluta per Scalo Milano con uno store monomarca) a Dodo di Pomellato; da Fratelli Rossetti e A. Testoni a Baldinini e Borbonese; da Liu Jo a Liviana Conti, Patrizia Pepe e Twin Set, senza dimenticare Moleskine.

Scalo Milano – sviluppato da Lonati Group e Promos , che ne cura anche la gestione – si trova su un’area ex-industriale dove un tempo sorgeva uno storico stabilimento Saiwa ed è stato progettato dallo studio Cotefa.ingegneri&architetti, mentre la direzione artistica delle facciate e dell’arredo urbano è curata dallo studio Metrogramma Milano. Lo shopping district, che segna l’esordio in Italia di un nuovo format commerciale, è stato realizzato grazie a un investimento di oltre 200 milioni di euro e, a regime, creerà oltre 1.500 posti di lavoro, tra dipendenti diretti ed indiretti“Un progetto architettonico immobiliare va pensato adattandolo in ogni forma alle necessità di chi lo vivrà, creando così, non solo un luogo d’eccellenza dal punto di vista commerciale ma anche spazi belli e accoglienti – afferma Carlo Maffioli, Presidente Locate District Spa e Promos –. L’architettura deve contribuire concretamente alla valorizzazione del contesto urbano e al miglioramento della vivibilità del territorio”.

La struttura, realizzata in classe energetica B, senza alcun nuovo consumo di suolo e impiegando solo materiali ecoattivi, è orientata alla minimizzazione dell’impatto ambientale con particolare attenzione all’inquinamento acustico e al recupero delle acque piovane. La superficie totale delle facciate è stata interamente costituita con pannelli coibentati e con l’utilizzo di un trattamento speciale che ne incrementa le prestazioni acustiche e termiche.

Spazio anche all’arte con due spazi espositivi permanenti, per 1.000 mq complessivi, che ospiteranno opere di artisti contemporanei, che si alterneranno ogni 6 mesi e creeranno opere ad hoc per il City Style Distric, contribuendo a fornire un’inedita allure culturale e di intrattenimento al mall. Fotografia d’autore e street art completeranno il quadro.

scalomilano.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *