di


Aol, Sangalli confermato alla presidenza

Il Consiglio Generale dell’Associazione Orafa Lombarda conferisce nuovo mandato al vertice uscente per il quadriennio 2017/2020

Aol_Andrea-Sangalli-compressor
Andrea Sangalli

Confermato Andrea Sangalli alla presidenza dell’Associazione Orafa Lombarda. Il Consiglio generale dell’Aol ha dato nuovo mandato al vertice uscente anche per il quadriennio 2017/2020. Sangalli, 44enne, milanese, laureato in Giurisprudenza, ha maturato l’esperienza nel Settore del commercio al dettaglio collaborando da molti anni nell’azienda di famiglia. Nel 2001 è entrato in AOL nel Gruppo Giovani, di cui è stato anche Presidente.

Successivamente è stato eletto Consigliere dei Dettaglianti di cui ha assunto la presidenza nel 2009. Dal 2013 al 2016 è stato presidente di AOL. In occasione della nuova nomina, Sangalli ha proposto al Consiglio Generale le nomine che completano l’organigramma della Giunta, composta da due vicepresidenti onorari – Giovanni Songa e Manuel De Giovanni, che a breve riceveranno l’onorificenza – e da Antonio Songa (presidente Categoria grossisti), Rino De Feo (tesoriere con delega ai rapporti con gli orologiai), Maurilio Savoldelli (presidente categoria orologiai), Umberto De Giovanni (presidente categoria Banchi metalli), Giorgio Villa, Andrea Sangalli,  Maurizio Piva (presidente categoria Pietre), Rinaldo Cusi, Antonio Casabona (presidente Categoria Fabbricanti), Daniele Oldani (presidente Categoria Dettaglianti con delega ai rapporti con Fedepreziosi).

“Gli anni del primo mandato sono stati molto intensiracconta Andrea Sangalli -: oggi ci ritroviamo con una Associazione economicamente sana. In soli quattro anni, con una gestione da piccolo imprenditore, siamo riusciti a estinguere l’esposizione finanziaria che AOL aveva e ad azzerare ogni debito. Ora siamo più liberi di costruire e di creare per il nostro settore. Tra gli obiettivi ci sarà sicuramente il problema della normativa dei “compro oro” con cui il legislatore vorrebbe equiparare la gioielleria tradizionale ai compro oro. La nostra Federazione Nazionale, anche da noi sollecitata, ha avuto diverse audizioni in Senato al fine di illustrare le nostre esigenze”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *