di


Antonino De Simone si dedica alla bellezza da quasi due secoli

Fortunatamente i segnali non mancano, c’è voglia di riappropriarsi del buon gusto, si va di nuovo alla ricerca di un valore genuino delle cose. Segnali striscianti ma precisi: può esserci una stagione nuova della bellezza, allora diamole il benvenuto mostrando con determinazione che non ne possiamo più di volgari surrogati, di squallide patacche, di quei miseri facsimili che ci appiattiscono finanche lo spirito.

Le cose belle, quelle con dentro una grande anima, non sono mai scomparse, basta volerle e cercarle nel posto giusto, diamoci da fare.

Antonino De Simone, premiata da Unioncamere fra le 150 Imprese Storiche d’Italia, tratta bellezza da circa due secoli; generazione dopo generazione, l’azienda di Torre del Greco non ha mai tradito la sua totale dedizione all’arte della lavorazione e dell’incisione del corallo e del cammeo (tra l’altro, ne è stato chiesto il riconoscimento all’Unesco come Patrimonio Immateriale dell’Umanità).

ANTONINO DE SIMONE GEMELLI IN ORO E CORALLO

Gemelli in oro giallo 18 kt e corallo rosso del mediterraneo

ANTONINO DE SIMONE GEMELLI IN ORO E CORALLO

Gemelli in oro giallo 18 kt e corallo bianco

ANTONINO DE SIMONE GEMELLI IN ORO E CORALLO

Gemelli in oro giallo 18 kt e corallo rosso del mediterraneo

ANTONINO DE SIMONE GEMELLI IN ORO E CORALLO

Gemelli in oro giallo 18 kt e corallo rosso del mediterraneo

Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

In una gamma vastissima di creazioni, principalmente dedicate a lei, ha riservato un spazio adeguato anche per lavorazioni classicamente maschili, come i gemelli da polso, un evergreen dell’outfit. Tutti montati in oro 18 kt, differiscono per tipicità del corallo (rosso del Mediterraneo o bianco) e taglio (etnico, a sfera o a piastra), ma non sono per niente dissimili quanto a tono e distinzione; per di più sono versatili, si indossano con disinvoltura in ogni momento della giornata, cambia il contesto ma resta immutata la classe (non dimentichiamo che il corallo è anche apotropaico, e talvolta un pizzico di fortuna in più sicuramente non guasta).

www.antoninodesimone.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *