di


Anna Dello Russo regala le sue pellicce al programma Fur Amnesty della PETA

Sempre più grandi brand della moda internazionale rinunciano alle pellicce nelle loro sfilate lanciando un chiaro un messaggio, ma quando il segnale arriva da un’icona di stile del calibro di ANNA DELLO RUSSO, le aspettative per un futuro “fur free” si fanno sempre più concrete.

Su richiesta della PETA, infatti, Anna Dello Russo ha ritirato le pellicce dalla sua asta, in programma da Christie’s a Milano il 24 febbraio, per donarle al programma Fur Amnesty dell’associazione per la difesa dei diritti degli animali che le utilizzerà per esposizioni educative evidenziando le condizioni degli animali allevati in pessime condizioni per poi essere uccisi, oppure da utilizzare come cucce per animali malati e orfani.

“La comunità della moda si sta allontanando sempre di più dalla pelliccia e anch’io” dice Anna Dello Russo. “Quest’asta riguarda il passaggio della mia eredità alla generazione successiva ma essendo una persona che ha a cuore gli animali, non mi sento a mio agio nel passare questi indumenti di pelliccia. Così ho deciso di donarli alla PETA per assicurarmi che siano riutilizzati con uno scopo significativo per aiutare gli animali.”

“I cappotti di Anna Dello Russo saranno ricevuti con gratitudine,” afferma Mimi Bekhechi, direttore dei programmi internazionali della PETA. “Quando le persone scoprono il dolore che gli animali patiscono per mano dell’industria della pelliccia, spesso scelgono di inviare i loro articoli di pellicceria alla PETA in modo che possiamo usarli in mostre educative che aiutano a prevenire la sofferenza di altri animali in nome della moda.”
La PETA, il cui motto dice in parte che “gli animali non sono nostri da indossare”, fa notare che negli allevamenti da pelliccia, animali naturalmente curiosi e normalmente liberi come le volpi, i visoni e i cincillà trascorrono la loro intera vita confinati in gabbie di ferro che sono minuscole e sporche, e sono spesso uccisi per elettrocuzione, con la rottura del collo o annegamento. A causa della crudeltà legata alla produzione delle pellicce, le numerose case di moda di lusso tra cui Armani, Gucci, Michael Kors e Jimmy Choo hanno recentemente implementato policy anti-pelliccia.

Anna Dello Russo si unisce a Mariah Carey, Kim Cattrall e Anjelica Huston nel donare articoli ai programmi Fur Amnesty della PETA o dei suoi affiliati internazionali.

PETA.org.uk

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale