di


Ancora platino per Vacheron Constantin

Vacheron Constantin, la Collection Excellence Platine, lanciata nel 2006, si arricchisce di un nuovo modello. Per la prima volta con un diametro da 42 mm, l’edizione limitata a 150 esemplari associa la riconosciuta eleganza e sobrietà della linea Patrimony Contemporaine con la preziosità del platino.

Leggendario il calibro 1120, movimento meccanico ultrasottile a carica automatica, dotato del prestigioso Punzone di Ginevra, il nuovo orologio arriva oggi con una cassa dal diametro ingrandito di 2 mm rispetto al modello classico. Fedele ai codici di progettazione della linea, l’ultimo Patrimony Contemporaine è dotato di un quadrante in platino sabbiato finemente lavorato, con una discreta iscrizione “PT950” collocata tra le ore 4 e le 5. Esternamente leggermente bombato, è arricchito da indici in oro 18 carati. Oltre alla cassa e la corona, anche la fibbia montata su cinturino blu scuro in pelle di alligatore è in platino.

Di lunga data è il rapporto tra Vacheron Constantin e il materiale più puro e nobile: già dal 1820, a Ginevra, questo metallo veniva utilizzato nei laboratori artigianali del marchio per i modelli più complessi. Come precisano dalla casa madre e come quasi tutti sanno, infatti, mentre l’oro 18 carati è composto per il 75% di metallo prezioso, il platino è puro al 95%. Più raro, più resistente, non è soggetto ad ossidazione: è con queste premesse che la maison svizzera ha creato la limited edition Collection Excellence Platine.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *