di


Anche VicenzaOro, vive il suo “fuorisalone”

Si chiama ViOff l’evento organizzato sabato 22 settembre da Italian Exhibition Group e Comune di Vicenza con la collaborazione delle associazioni di categoria e i commercianti

ViOff_vicenzaoro2018_1-min


VicenzaOro esce dai padiglioni per una notte dedicata al gusto. Si chiama ViOff l’evento organizzato sabato 22 settembre da Italian Exhibition Group e Comune di Vicenza con la collaborazione delle associazioni di categoria degli orafi e l’adesione dei commercianti ed esercenti del centro storico e di Aim, presentato stamattina da Francesco Rucco, sindaco di Vicenza; Silvio Giovane, assessore alle Attività produttive; Marco Carniello, division director Jewelery & fashion di Ieg e Andrea Fabbian, presidente del Tavolo intercategoriale orafo di Vicenza che raccoglie le aziende orafe di Confindustria, Confartigianato, Api e Cna.

 


GOLDEN TASTE

ViOff_vicenzaoro2018_8-minTema di questa edizione, voluta per far conoscere ad espositori e operatori internazionali la città e le sue eccellenze a sarà Golden taste edition, cioè il gusto nelle sue declinazioni locali e non solo, partendo dalle eccellenze venete. Oltre 100 negozi allestiranno un miniplateatico, concesso gratuitamente dal Comune, rigorosamente dorato grazie a un kit di tovaglie e palloncini fornito dall’organizzazione, nel quale promuoveranno un prodotto locale. E anche a guidare i visitatori verso il centro saranno palloncini e spot dorati.

Altre aree tematiche saranno allestite in diversi punti del centro: in corso Fogazzaro degustazioni dal primo pomeriggio fino a tarda sera lungo offerte da Confesercenti di Vicenza e Verona; in piazza Castello dalle 11 alle 15 e dalle 18 alle 22 sarà protagonista il pesce dell’Associazione marinerie venete di Chioggia, che sarà in città anche venerdì e domenica, come pure il Food truck festival in viale Rumor, aperto dalle 18 alle 24 venerdì e dalle 11 alle 24 sabato e domenica.


CULTURA

Nella città del Palladio non poteva mancare l’intrattenimento culturale: per tutto il giorno fino alle 22 sarà quindi sperimentato un biglietto unico dei musei a 5 euro, che darà accesso alla Pinacoteca civica di Palazzo Chiericati, alla chiesa di Santa Corona, al Museo naturalistico archeologico, a Palazzo Leoni Montanari – Gallerie d’Italia, al Palladio Museum, al Museo Diocesano e – ovviamente – al Museo del Gioiello, dove venerdì sarà inaugurata la mostra “I gioielli del potere: corone e tiare”. La gioielleria Soprana presenterà poi la nuova collezione Treesure dell’azienda D’orica di Nove


ViOff_vicenzaoro2018_3-min


VISITE GUIDATE

Saranno poi disponibili visite guidate al centro storico, gratuite per i possessori del biglietto, con partenza da piazza Matteotti, che dalle 18.30 alle 22 saranno anche in inglese. Visite speciali saranno alle 20. alla Palazzo Chiericati e Santa Corona; alle 1.30 alle botteghe del centro storico; a palazzo Leoni Montanari dalle 17 alle 20.30 con partenza ogni mezz’ora alla scoperta della mostra “Gioielli e moda dall’antichità al Settecento veneziano” (costo 3 euro).


INTRATTENIMENTO

Nelle diverse piazze non mancherà l’intrattenimento musicale, affidato tra gli altri ad allievi e docenti del Conservatorio Pedrollo, che si esibiranno a Palazzo Trissino e nel loggiato della Basilica Palladiana. Alle 22, poi, sulla Basilica sarà proiettato un videomapping architetturale, con audiodesign, che sottolineerà e interpreterà i segni architettonici palladiani. Per tutta la serata, poi, i soci del Circolo fotografico di Vicenza immortaleranno i momenti più suggestivi. In questo contesto anche gli Infopoint saranno aperti fino alle 21.30 e uno specifico sarà a disposizione degli operatori in fiera.
Il gran finale sarà affidato invece alla musica e alle coreografie dei ragazzi del Cuore Matto in versione Gold.


Un lavoro complesso, frutto di un grande gioco di squadra


da sx: Andrea Fabbian, Francesco Ruocco, Silvio Giovine, Marco Carniello
da sx: Andrea Fabbian, Francesco Rucco, Silvio Giovine, Marco Carniello

«Questo evento è uno degli obiettivi dei cento giorni che stiamo realizzando – sottolinea Rucco – Da anni mi chiedevo come si potesse interagire con la fiera dell’oro e i buyer da tutto il mondo che non riuscivano a trovare il modo per arrivare in centro e conoscere la città e la sua bellezza. VicenzaOro è una vetrina internazionale da valorizzare ed è importante che le fiere orafe, così come le altre principali, restino qui, creando sinergie».

A spingere amministratori e Ieg è stato l’entusiasmo verso un’idea che è anche una corsa contro il tempo. «La proposta è nata in un incontro del Tavolo intercategoriale a metà luglio e inizialmente era pensata per gennaio, poi ci siamo chiesti: perché perdere settembre? Vogliamo creare una connessione tra la fiera dell’oro più importante del mondo e la città e la collaborazione di tante realtà è un bell’esempio di coesione. Questo appuntamento non sarà fine a se stesso ma si ripeterà ad ogni edizione».

Per Fanin è importante la visibilità data alla città da questo evento: «Spero che le piazze possano affollarsi degli imprenditori e dei buyer che da tutto il mondo vengono ogni anno a Vicenza, fino ad ieri senza viverla».

marcocarniellovicenzavioffDal canto suo Carniello non può che essere soddisfatto della nuova sinergia. «Il mercato fieristico si sta consolidando – afferma – e ci stiamo confrontando con player internazionali come Las Vegas, Hong Kong e altri in Europa. Per questo tutte le iniziative rivolte ai buyer non bastano, ma servono contenuti esperienziali. Abbiamo la fortuna di avere la fiera a Vicenza e un italian style da valorizzare perché unico al mondo. Per questo non potevamo che avere il supporto della città e la chimica che ha dato il via a tutto questo è importante. Una fiera leader a Vicenza serve alle aziende del territorio, ma anche al sistema Italia. Siamo grati a sindaco e assessore e alle categoria per un progetto che deve avere una visione a 5-10 anni. Da parte nostra porteremo i circa 500 operatori ospitati a un evento in Basilica Palladiana per coinvolgerli in questo evento».

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *