di


Alta gioielleria, ad Arezzo per discutere di normazione tecnica

L'ppuntamento è con i brand iconici presso la Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud

Di come e di chi si occupa di definire le specifiche tecniche che caratterizzano un prodotto se ne parlerà al convegno che si terrà il 27 novembre presso la Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, per stabilire come vengono determinati il rilascio del nickel, la denominazione dei materiali gemmologici, l’analisi e il controllo del titolo, la funzionalità, le misure e i colori. E soprattutto come in Italia si sta lavorando nel campo della normazione tecnica per il settore del prezioso e come impattano nelle aziende orafe gli standard tecnici. L’appuntamento è con i brand iconici dell’alta gioielleria che si incontreranno per parlare di normazione tecnica del settore.

Ivana Ciabatti, Presidente di Confindustria Federorafi
Giordana Giordini, Presidente Sezione Oreficeria e Gioielleria di Confindustria Toscana Sud

All’evento, che sarà aperto da Ivana Ciabatti (Presidente Nazionale Federorafi) e da Giordana Giordini (Presidente Sezione Oreficeria e Gioielleria di Confindustria Toscana Sud), organizzatrici dell’iniziativa, prenderanno parte i protagonisti degli importanti risultati del Gruppo di Lavoro di UNI “Gemme e Metalli Preziosi”. Damiano Zito (Progold), Presidente Gruppo “Gemme e Metalli Preziosi” UNI e Consigliere delegato R&D Federorafi; Silvia Bezzone, JBU Quality Specification Senior Manager Bulgari Gioielli; Sandro Del Dottore, Responsabile Laboratorio Chimico Unoaerre Industries; Antonio Fortunato, R&D Manager Pomellato; Fabio Parizia, Responsabile Assicurazione Sistema Qualità PGI/Cartier, saranno i relatori.

Alle 15,30 in Via Roma 2 ad Arezzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dinacci 1280×90